Tuglie Meteo
Situazione attuale Previsioni Meteo "LIVE" Vela & wind-kitesurf Immagini SAT La stazione meteo Vai su Tuglie.com
Teleconnessioni Modelli previsionali Grafici  "LIVE" Mari & Venti Pressione & Fronti Info su Luna e Sole Didattica meteo
MesoMap IT EU Globo Mappa dei terremoti Rete Meteonetwork Tempo in atto Puglia Mappe Realtime SKY TG24 Live Allerte Protez. Civile
Tuglie Meteo

Menu
Glossario

- Analisi al suolo:interpretazione
- AO (Artic oscillation)
- Atmosfera terrestre
- Carte GM (Global Model)
- Circolazione nell'atmosfera
- Clima nelle regioni meridionali
- Correnti a getto-Jet Stream
- Depressione atlantica
- Downburst
- Dust Devil o mulinello
- ENS o ENSemble o spaghetti
- Equinozio e Solstizio
- Eventi estremi
- Fronti
- Fulmini & Tuoni
- Goccia fredda
- Gradiente termico
- Immagini satellitari: capirle
- Indici teleconnettivi
- Inversione termica
- Isola di calore
- Legge di Buys Ballot
- Lettura carte pressione al suolo
- METAR - TAF
- Masse d'aria in Italia
- MJO - Madden Julian Oscillation
- Modelli matematici
- Moti convettivi
- Nebbia
- Neve
- Niño,Niña,Global Warming
- Nubi
- Nubi accessorie
- Perturbazioni
- Pressione atmosferica
- Promontori e saccature
- Radar meteorologici
- Radiazione solare
- Squall line o Linea di Groppo
- STAU e FOEN
- Supercella
- Temperature
- Temporali: come nascono
- Tipi di temporali
- Umidità ed il vapore acqueo
- Vento


Tuglie Meteo
 
El Niño, la Niña e il Global Warming



Niño 1997-98

Il famosissimo e grandioso fenomeno che vede il riscaldamento (Niño) o raffreddamento (Niña) delle acque superficiali dell’Oceano Pacifico orientale, a intervalli non regolari, certamente ha un impatto sulle variazioni delle temperature medie di tutti gli oceani alzandone o abbassandone la media complessiva. E certamente ha un impatto tangibile sul clima di molte zone americane e dell’Oceania variando in modo notevole le precipitazioni, i venti prevalenti e anche le temperature.
Nella figura iniziale sono riportate le anomalie di temperatura delle superfici oceaniche durante la fase del Niño del 1997-98, uno dei più forti degli ultimi 100 anni, il colore rosso più scuro indica anomalie di temperatura di oltre +3° rispetto alle medie 1968-1996. Quell’evento portò conseguenze evidenti sui parametri climatici di quasi tutta la Terra, sia per le temperature registrate in superficie che per i valori di pressione, venti prevalenti e temperature a quote superiori. Una vera bomba climatica !
Per ciò che riguarda il Global Warming (GW) ci fu un aumento di temperature medie globali dai +0,25° del 1996 ai +0,46° del 1997 e i +0,58° del 1998 (punta massima di +0,82° nel febbraio 1998) che risulta ancora essere il secondo anno più caldo dal 1880. Il GW raddoppiò in due anni. (I dati sono del NOAA).
La successiva fase di raffreddamento di quella parte di oceano, la Niña del ‘99-2000, riportò in giù le medie globali fino ai +0,36° del 2000 (punta minima di +0,17° nel novembre del 2000).
 


GW-MEI
 

Quindi una certa influenza del fenomeno Niño/Niña (noto anche come ENSO, El Niño–Southern Oscillation) sul GW é almeno storicamente accertata e possiamo farci una idea della correlazione tra i valori medi annuali del GW e i valori di indici relativi al fenomeno ENSO (in questo caso prendo l’indice MEI, Multivariate ENSO Index) grazie alla figura qui sopra allegata.
Vanno osservate le fasi di crescita/decrescita dell’Indice MEI e le crescite/decrescite delle temperature medie globali sugli stessi periodi: si ritrova l’importante aumento e successivo calo del 97-98 e 99-2000, una fase di crescita altalenante tra 1976 e 1984 e tante altre correlazioni. Si trovano anche fasi non ben sincronizzate e una in particolare che a fronte di un netto calo delle temperature globali vedeva un MEI ancora crescente, era il 1991, esplose il vulcano Pinatubo …. ci torneremo sopra.
Ovviamente c’e’ il trend di fondo che é ben diverso, il GW si mostra come una serie di onde ma sullo sfondo di una salita media, mentre il grafico MEI segue le fasi Niño/Niña in successione tra di loro e quindi oscilla tra fasi calde e fasi fredde. E l’importanza di queste fasi sta’ proprio nel darci una forte correlazione con le onde del GW, non con il trend di fondo.
Ma prima di chiudere questa veloce occhiata al fenomeno ENSO e il suo impatto sul GW vorrei mostrare uno zoom sul periodo attuale, gli ultimi due anni. Ho messo gli indici MEI (aggiustato per entrare nel grafico senza alterarne l’andamento) e il GW totale, oceanico e relativo al nord emisfero (NH) su base mensile. Ebbene anche in questo periodo é evidentissima la correlazione tra il grande fenomeno oceanico del Pacifico e le temperature globali !
 




Fonte: MTG Blog

Tuglie Meteo
Situazione attuale Previsioni Meteo "LIVE" Vela & wind-kitesurf Immagini SAT La stazione meteo Vai su Tuglie.com
Teleconnessioni Modelli previsionali Grafici  "LIVE" Mari & Venti Pressione & Fronti Info su Luna e Sole Didattica meteo
MesoMap IT EU Globo Mappa dei terremoti Rete Meteonetwork Tempo in atto Puglia Mappe Realtime SKY TG24 Live Allerte Protez. Civile
Tuglie Meteo



Tuglie Meteo su Awekas
 


TuglieMeteo su
Weather Underground
Stazione dellaRete LineaMeteo

Clicca qui per visualizzare
la rete Linea Meteo


Personal Weather Station
su www.pwsweather.com

In rete con Meteonetwork
TuglieMeteo fa parte della rete Meteo Awekas, Weather Underground, Linea Meteo, PWSweather, Meteonetwork e ITAWN. Clicca sul logo per visitare i relativi network meteo.
Se vuoi inserire gratuitamente uno Sticker di Tuglie Meteo su una pagina del tuo sito web clicca qui.

Aggiungi Tuglie Meteo ai Preferiti


 Risoluzione consigliata: 1280x1024 px  - Sito ottimizzato per:
Explorer Firefox Opera Chrome Safari

Tutti i marchi, foto, immagini e scritti presenti sul sito appartengono ai legittimi proprietari. E' severamente vietato copiarne i contenuti.
Tuglie Meteo non assume alcuna responsabilità per danni arrecati dall'utilizzo improprio delle informazioni meteo.

Webmaster: Felice Campa



Privacy Policy