Tuglie Meteo
Situazione attuale Previsioni Meteo "LIVE" Vela & wind-kitesurf Immagini SAT La stazione meteo Vai su Tuglie.com
Teleconnessioni Modelli previsionali Grafici  "LIVE" Mari & Venti Pressione & Fronti Info su Luna e Sole Didattica meteo
MesoMap IT EU Globo Mappa dei terremoti Rete Meteonetwork Tempo in atto Puglia Mappe Realtime SKY TG24 Live Allerte Protez. Civile
Tuglie Meteo

Menu
Glossario

- Analisi al suolo:interpretazione
- AO (Artic oscillation)
- Atmosfera terrestre
- Carte GM (Global Model)
- Circolazione nell'atmosfera
- Clima nelle regioni meridionali
- Correnti a getto-Jet Stream
- Depressione atlantica
- Downburst
- Dust Devil o mulinello
- ENS o ENSemble o spaghetti
- Equinozio e Solstizio
- Eventi estremi
- Fronti
- Fulmini & Tuoni
- Goccia fredda
- Gradiente termico
- Immagini satellitari: capirle
- Indici teleconnettivi
- Inversione termica
- Isola di calore
- Legge di Buys Ballot
- Lettura carte pressione al suolo
- METAR - TAF
- Masse d'aria in Italia
- MJO - Madden Julian Oscillation
- Modelli matematici
- Moti convettivi
- Nebbia
- Neve
- Niño,Niña,Global Warming
- Nubi
- Nubi accessorie
- Perturbazioni
- Pressione atmosferica
- Promontori e saccature
- Radar meteorologici
- Radiazione solare
- Squall line o Linea di Groppo
- STAU e FOEN
- Supercella
- Temperature
- Temporali: come nascono
- Tipi di temporali
- Umidità ed il vapore acqueo
- Vento


Tuglie Meteo
 
La Supercella

La Supercella  è in assoluto uno dei sistemi temporaleschi più pericolosi e potenti tra quelli esistenti sulla faccia della terra.
Che cosa è che lo distingue tra le altre celle temporalesche comuni? Una cosa fondamentale e cioè una sorta di Updraft Rotante o più comunemente chiamato anche Mesociclone ( MCS ).
Sostanzialmente per formare questo tipo di sistema temporalesco c'è bisogno di una serie di "Ingredienti" o "elementi" che se vi ricordate quando avevamo parlato dei radiosondaggi si era parlato quali sono i parametri per far formare questi "mostri del cielo"; le supercelle sono fenomeni da noi rari anche se negli ultimi anni stiamo vivendo un periodo dove i fenomeni violenti, in particolare in estate, cominciano ad essere piuttosto comuni.
Normalmente una supercella ha un'estensione piuttosto vasta, normalmente va nell'ordine di qualche centinaio di km/q.
Ma vediamo come si formano questi bestioni; dunque all'interno di una comune cella temporalesca le correnti ascensionali non seguono un preciso schema convettivo, quindi stiamo parlando di correnti calde che salgono e quelle fredde che scendono, a tal punto che ogni singola cella temporalesca tende ad interferire anche con quelle vicine, in questo modo si potrebbe dire che esse si disturbano a tal punto che non tendono a svilupparsi autonomamente, ma nel caso si dovessero creare le condizioni ideali per lo sviluppo di una singola cella temporalesca ben organizzata allora potremmo cominciare a parlare di SUPERCELLA ed essa tenderà a formarsi in maniera ben organizzata, questa è costituito sostanzialmente da 2 sistemi convettivi a vasta scala.

Ci sono determinate condizioni ideali per far sviluppare una supercella e sono:

1. IL WIND SHEAR
2. CORRENTE A GETTO O JET STREAM
3. UNA FORTE DIFFERENZA DI VALORI IGROMETRICI
4. UN NOTEVOLE RISCALDAMENTO DEL SUOLO
5. FORTE CONTRASTO TERMICO


Quando sia ha un cambiamento del vento con la quota nei livelli più bassi viene favorita una sorta di rotazione che avviene all'interno del Cumulonembo e se il vento è abbastanza forte (almeno 60km/h) si può dire che ci sta un sufficiente Wind shear verticale fra i due strati i quali scivolano uno sull'altro in 2 direzioni diverse a questo punto vengono a formarsi delle rotazioni interne orizzontali innocue e queste si creano quando i venti alle diverse quote spirano nella stessa direzione ma con intensità che aumenta con la quota. Quando cominciano a comparire i moti convettivi esse possono a questo punto allinearsi secondo un asse verticale, questi cilindri in rotazione vengono assorbiti dalla corrente ascensionale del temporale stesso in modo tale da cominciare a ruotare in maniera più pericolosa.
Questa rotazione si rafforza all'interno del sistema temporalesco e diviene + organizzata e stretta non che anche intensa proprio perche i vari updrafts diventano tesi per forza di accelerazione dell'aria ascendente e a sua volta indotta dal Wind shear.
L'updraft a questo punto diventa un mesociclone dove alla sua estremità più bassa può comparire una Wall Cloud comunemente chiamata anche nube a muro la quale fa sorgere quasi sicuramente dei tornado.
Un'altro elemento è dato dalla Corrente a getto in quota questa si trova nella troposfera, il suo compito è quello di contribuire la ciclo genesi ai bassi strati accellerando cosi la convezione la quale favorisce cosi la formazione di Grandinate ed eventuali fenomeni vorticosi come i Tornado.
Altro elemento quello dei valori igrometrici, cioè la differenza tra l'aria in quota e quella del suolo, la massa d'aria che entra è principalmente costituita da aria secca, mentre quella che si solleva dai bassi strati è principalmente umida.
Il surriscaldamento del suolo è un altro elemento importante specie nei climi continentali dove vi sono grandi pianure estese come ad esempio in America centrale o come in italia da noi la Pianura padana, la piana di Latina o anche il Salento.
Un elemento scatenante importante è appunto il forte contrasto termico provocato tra la massa d'aria fredda in arrivo e quella calda che sta al suolo in fase di sollevamento. Generalmente accade che l'aria calda, più leggera, si scontra con quella più fredda, secca e pesante e viene a questo punto sollevata velocemente verso l'alto in maniera rapida a seconda di quanto è maggiore la differenza di temperatura.
C'è da dire una cosa importante la supercella di per sé è un sistema autoalimentato perche questo? perche la sua rotazione favorisce proprio la convezione.
Teoricamente una supercella non è un temporale multicellulare, ma molto spesso, essa può contenere anche 2 mesocicloni.
A questo punto una volta che il temporale è definitivamente formato questo agisce sostanzialmente come una barriera alle correnti orizzontali incrementando quindi la sua rotazione.
Il punto di massima potenza di una supercella è data quando vi è un intenso downdraft il quale interagisce con l'updraft adiacente, facendo nascere cosi un vortice più piccolo all'interno del mesociclone stesso e quest'ultima spinta che è a favore del mesociclone si può osservare da lontano come una sorta di "BURST" che appare alla base del Cumulonembo, mentre di Overshooting top che lo si vede come una cupola sopra l'incudine, questo determina quini il collasso definitivo. Successivamente la corrente all'interno del temporale viene deviata verso il basso creando un Downdraft che spinge la Flaking line avanti e intorno al mesociclone facendo aumentare la rotazione, grazie a questo aumento di rotazione sulla base della wall cloud potremmo veder sviluppare anche un funnel cloud e se la progressione è più forte anche di un eventuale tornado.
Qui sotto è rappresentato un esempio di supercella secondo un modello americano. Questo è la rappresentazione grafica di una comune supercella.



Qui sotto una supercella



 

Tuglie Meteo
Situazione attuale Previsioni Meteo "LIVE" Vela & wind-kitesurf Immagini SAT La stazione meteo Vai su Tuglie.com
Teleconnessioni Modelli previsionali Grafici  "LIVE" Mari & Venti Pressione & Fronti Info su Luna e Sole Didattica meteo
MesoMap IT EU Globo Mappa dei terremoti Rete Meteonetwork Tempo in atto Puglia Mappe Realtime SKY TG24 Live Allerte Protez. Civile
Tuglie Meteo



Tuglie Meteo su Awekas
 


TuglieMeteo su
Weather Underground
Stazione dellaRete LineaMeteo

Clicca qui per visualizzare
la rete Linea Meteo


Personal Weather Station
su www.pwsweather.com

In rete con Meteonetwork
TuglieMeteo fa parte della rete Meteo Awekas, Weather Underground, Linea Meteo, PWSweather, Meteonetwork e ITAWN. Clicca sul logo per visitare i relativi network meteo.
Se vuoi inserire gratuitamente uno Sticker di Tuglie Meteo su una pagina del tuo sito web clicca qui.

Aggiungi Tuglie Meteo ai Preferiti


 Risoluzione consigliata: 1280x1024 px  - Sito ottimizzato per:
Explorer Firefox Opera Chrome Safari

Tutti i marchi, foto, immagini e scritti presenti sul sito appartengono ai legittimi proprietari. E' severamente vietato copiarne i contenuti.
Tuglie Meteo non assume alcuna responsabilità per danni arrecati dall'utilizzo improprio delle informazioni meteo.

Webmaster: Felice Campa



Privacy Policy