Tuglie...per raccontar paese...
 
Tuglie...per raccontar paese...


Almanacco

Domenica 25 Febbraio 2024
Oggi si festeggiano:
S. Cesario di Nazianzo
S.Gerlando
S.Tarasio vesc.


A chi oggi festeggia
onomastico o compleanno
ed è nato sotto questo segno:
Auguri!

Proverbio del giorno
Pollo, coniglio e agnello, meglio senza coltello

Home

Calendario 2013
Festa Patronale 2011
Festa Patronale 2012
Festa Patronale 2014
Manifestazioni & Eventi

Televideo RAI


TUGLIE
Borgo della Civiltà Contadina del Salento
I frantoi ipogei
Museo civiltà contadina
FSE al Palazzo Ducale

L'informazione oggi
Il Corriere-Politica
Il Corriere-Cronache
Repubblica-Politica
Il Foglio
Repubblica-Prima pagina
Panorama
Il Fatto Quotidiano
Il sole 24 ore
Giornalettismo.com
AffarItaliani.it
Corriere salentino
Lecce Prima on line
Il paese nuovo on line
PiazzaSalento on line
Il Quotidiano di Puglia
Gazzetta Mezzogiorno
Il Giornale
Libero
La Stampa
La Gazzetta dello Sport
La Gazzetta Calcio
Notizie di Borsa
ANSA-Top news
ADN-KRONOS Politica
AGI Cronaca
AGI Politica

Andiamo al cinema?
I films in provincia
A Casarano
A Gallipoli
A Taviano
A Collepasso
A Nardò
A Surbo
A Lecce
Guarda tutti i trailer

Il paese della Calandra
di Raimondo Rodia
Il mercato in piazza
La grotta dei cervi
I dolci di Natale
I gelati e la pasticceria..
18 aprile 1948
Mesciu Saulle
Michele Cuppone
Il Salento che vorrei
La notte di S. Giovanni
Il bosco delle fate
Don Camillo e Peppone
Le serre salentine
Le serenate pasquali
Le mute terre...
Un nido d'amore...
Loriana Notaro
Villa Luisa
Il Museo della Radio...
Si faceva il "Bucato"
Le Tavole di San Giuseppe
Le banane.....di Tuglie
La focareddrha
Tuglie... e il suo gioiello
Una domenica...
Uno Sport solo per Donne, il Mamanet

Altrevoci
A Gigi
Il presepe del zio Toto
A mio padre
Ricordo di zia Luigia
Gli Americani a Tuglie
Un Garibaldino a Tuglie
La mia Azione Cattolica
Riflessioni
In ricordo di mio fratello
I ricordi di una bambina
Una vendemmia particolare
25 Aprile 1945
Quel Natale degli anni '50
I Docili
Appello Chiesa S.Girolamo
Il viaggio dell'eroe
L'orco e la bambina
Mario Donadei
Giuseppe Merenda
Sara Nocera-Il poeta dei....
Sara Nocera-Un labirinto..
Sara Nocera-La lampada..
Giuliana Coppola-A Silvio..
Lucio Causo-Poesie
La favola di .....Luna
Troppo rumore fa....
Tullio Sponziello


Tuglie
Un nuovo Teatro a Tuglie
Ritrattino di Tuglie
Tuglie vista dal satellite
Panorama a 180°
Il nome "TUGLIE"
I rioni
Gli ulivi di Tuglie
Tuglie e l'Unità d'Italia
Antonio Palumbo
In ricordo di Antonio Palumbo
Un nome....una contrada
Montegrappa
Alpini a Tuglie
I Tugliesi del 2000
Tuglie nei libri
Il restauro del Calvario
Restauro facciata Chiesa
Il Giardinetto Aragona
Gemellaggio Villaverla
Cippo agli Alpini
Tuglie che cambia
La donna del monumento
Laboratorio ecomuseale
I 100 anni della Piazza
I 50 anni del Mosaico
Una storia da raccontare

Cenni storici
Le origini
La storia
Le chiese
Palazzi-Monumenti
Il Calvario

Lucio Causo: Ricerche
Reazioni filoborboniche...
Vigilanza polizia borbonica
La crisi economica del 900
Ampliamento territorio
Congregazione di carità
La famiglia Venturi
La stazione ferroviaria
Tuglie Borbonica del 1827
Causa Tuglie-Minervino
Profilo di Lucio Causo
Un secolo di Ferrovia
Il culto dell'Annunziata
La"Sagra" di Vittorio Locchi
La Madonna del Grappa
Cesare Vergine (Diario)
CasermaCarabinieri Tuglie
Luigi Venuti
Festa del Giovedì Santo
Piazza Garibaldi
Dr. Cesare Vergine
La Madonna Pozzo

G. Pisanello: Tradizioni
L'angolo di Giampiero
Riti & Feste (Video)
Venerdì Santo
Le Caremme
Sant'Antonio
San Giuseppe
La Candelora
Madonna del Carmine
Madonna del Grappa
Sacro Cuore di Gesù
La festa patronale
La Matonna te la Nunziata

Tuglie...per raccontar paese...
A Natale, il Presepe
  
Con curiosità e interesse, qualche anno fa mi “arruolai” in un gruppo su Fb (leggi facebook) denominato “malati di presepismo”. Le foto pubblicate dagl’iscritti erano promettenti ma il forum dei commenti, man mano che passavano i giorni, diveniva sempre più inquietante: domande e risposte che talvolta rivelavano una certa ossessione al limite del paradosso. Ossia, più che uno scambio di bonari suggerimenti per realizzare un presepe nel suo messaggio di semplicità evangelica e di “povertà” di mezzi per rappresentare il più mistico degli eventi della storia del Cristianesimo, così come lo aveva inteso anche il Poverello d’Assisi nella sua ispirata realizzazione, notavo che vi era una corsa a chi metteva in atto i più sofisticati marchingegni per inscenare paesaggi ed ambientazioni mirabolanti e “futuristiche”.
No, il presepe come sopra inteso è l’esatto contrario di come lo intendo io: niente marchingegni, niente effetti speciali, poche lucine in sostituzione delle vecchie e poco sicure “lampe ad olio”, materiali cartacei possibilmente di riciclo e muschio e tufina da restituire alla natura alla scadenza dell’allestimento.
E il paesaggio? Solo quello ondulato delle serre salentine sullo sfondo, dalle quali far scendere, attraverso stretti e dirupati sentieri, tutto un popolo di viandanti, popolane, pastori e musici all’indirizzo di una grotta incavata nella roccia di cartapesta… E’ questo il presepe che vedevo realizzato nelle case tugliesi ai tempi della mia fanciullezza: uno stile unico, quasi omologato, con cui i giovani capofamiglia costruivano il presepe per la festa e la gioia dei loro bambini. O che i ragazzi allestivano in autonomia, sostituendosi al genitore anche per dimostrare che erano cresciuti e sapevano operare avendo ormai fatti propri i modi e le “tecniche” osservati durante gli anni della fanciullezza accanto al babbo.
A dire il vero, il modello di presepe sopra descritto non era “calato dal cielo”, né tantomeno era osservabile nelle rappresentazioni di grandi artisti o di “ingenui” pittori locali, quasi tutte tendenti a incentrarsi sulle scene di adorazione o dei pastori, o dei magi, o degli angeli. Gli esempi presi a modello erano più modesti e di più diretta osservazione: erano i presepi che in ogni paese venivano allestiti nelle parrocchie e in competizione con esse nelle chiese confraternali. Nel nostro ristretto bacino geoculturale, Tuglie, Parabita e dintorni.

 

Già nel Cinquecento, in area meridionale, si era diffusa la “moda” dei presepi lapidei permanenti nella forma di altari secondari nelle chiese più importanti e a Stefano da Putignano viene riconosciuta la più nota paternità, ma in Salento è assai noto anche il Ricciardi ed altri scalpellini anonimi ma dal buon gusto e mano fra l’arte e l’artigianato ripetitivo. Successivamente, diverse furono anche le chiese minori in cui si emulò la tradizione settecentesca dei presepi permanenti napoletani, esposti in stipi o in teche tenute a vista.
Nel nostro Salento si preferì realizzare presepi in cartapesta e un bell’esempio è quello in San Pasquale di Parabita. Fu probabilmente costruito agli albori dell’800, quando si ebbe il maggior splendore della Comunità Alcantarina installata nell’annesso convento (Visita Pastorale di Mons. Salvatore Lettieri, Parabita 1826-27). Da Tuglie frotte di ragazzi, fra cui mio nonno, un ragazzino negli anni ’80 dell’Ottocento, si recavano a piedi ad ammirarlo nel periodo natalizio, quando era possibile trovarlo aperto, mentre nel resto dell’anno rimaneva celato da scuri di tavola. Anche ai miei tempi delle Medie a Parabita veniva aperto solo in concomitanza col Natale, ma allora la sua conservazione era davvero precaria e affastellata di rami secchi. Ora osservo, dalle foto gentilmente passatemi dal garbato Emanuele Toma, giovane parabitano doc per nascita ed orgoglio di appartenenza, che i bei pastori, in fogge salentine ottocentesche, splendono di recenti e ben condotti restauri. Un altro particolare ricordo dei miei anni di studio a Parabita: i pupi di creta realizzati in gran quantità, anche se in forme e pitturazione un po’ approssimative, da un tale Giuvanni te lu coco (Pisanelli?) che tra gli anni ’50 e ’60 modellava, cuoceva, dipingeva, esponeva e vendeva in una casupola nei pressi dell’allora Scuola Media, ora Palazzo Coi. Ne comprai un bel po’, ma sono pochi quelli che mi sono rimasti superstiti…
Ad imitazione della bella tradizione presepistica tramandata in San Pasquale, una decina di anni fa l’allora parroco tugliese, Don Emanuele Pasanisi, mi sollecitò a realizzare e donare un presepe permanente in cartapesta, di dimensioni ragionevolmente più attenuate, per il piccolo Santuario di Montegrappa. Lo eseguii volentieri, aggiungendo anche un particolare: tra i pastori a cornice della Grotta di Betlemme inserii anche l’Uomo e la Donna del Paese di Tuglia in provincia di Lecce nelle fogge settecentesche che Ferdinando IV di Borbone intorno al 1780 aveva fatto dipingere in gouache al pittore Della Gatta nel suo tour nel Regno di Napoli. L’uomo (‘Ppinu) offre un fascio di sarmente e la donna (‘Nziata) reca un cesto di fasce e panni, ciò rappresentava, e spero che ancora rappresenti, il calore umano dei campagnoli di Tuglie nei confronti della vita nascente…

                                                                                             Buon Natale!

 

Enzo Pagliara


Tuglie...per raccontar paese...
Asterischi
di Gerardo Fedele
Guida turistica
Presentaz. Coppola rossa
Tuglie: quali origini?
Storie di presepi
La presenza di un amico
Radiobase, etereo mito...
Toponomastica e
Unità d'Italia

Storie di paese...

Collecta,electa,memoranda
di Enzo Pagliara
+


Storie
La storiella della Madonna
Le tajate
Vi racconto Montegrappa
I murales di Joele
Ricordando Joele
Maurizio Imperiale
Provenzano,origini
di una tradizione

Ricordando Ugo
Per Silvio
Antonio Minerba
Mescia Rita Pino
A Cristian Quartini
L'Ercole te la benzina

Cartoline di Gigi Scorrano 
A Elena per Gigi
Ricordo di Gigi
Una facciata, quasi  un ...
Un bambino ascolta il mare
La stazione
Largo Fiera, per memoria
Il mio Largo Fiera
Via XXIV Maggio
Un luogo ideale
Via Sant’Antonio
Una via fiorita
Una scoperta che
viene dall'America
Dedicato a mio nonno
Tugliesi quel giorno 
La lista dei passeggeri
La nave Republic

Museo della radio
Inaugurazione
Brochure
Visita virtuale
Frantoio ipogeo
Abbassa la tua radio

Tugliesi nel mondo
Louis Imperiale
Sylvain Tarantino
Tuglie a New York
Antonio Coluccia
Antonio Montefusco

Antonio Montefusco
Santa Caterina
Luigi Scorrano
Marco Polo

Turismo a Tuglie
Corte dei Simonari
Tenuta La Baronessa
Residenza Mosco
Villa Rodogallo
Agriturismo Nanni
Villa Paradiso
Villa Oasi
B&B Almacanto
Villa Panorama sullo Ionio
Le corti di Tuglie
Masseria Carignani

Storia e leggenda

Profili
Livio Calò recensione
Otello Petruzzi recensione
Luigi Ruggero Cataldi
Mino Stamerra
Sinu Matinese
Davide Raia
Sabrina Manco
Adriano Imperiale
Sara Nocera
Nunzia Imperiale
Mino De Santis
Mino De Santis Caminante
Mino De Santis Muddhriche
Emily De Salve
Liana Primiceri
Silvana Mottura-Poesie
Don Nicola Tramacere
Antonio Pagliara
Cesare Vergine
Ambrogio Piccioli
Aldo Garzia
Egidio Cataldi
Giuseppe Ria
Cosimo Sponziello
Silvio Nocera
Giuseppe Solida
L'arte di Giuseppe Solida
Rosa Parata
Lu Battista
Fernando Pino
Fiore Gnoni
Mesciu ‘Ntunucciu
Al Maestro Ant. Malecore 
Salvatore Guarini

Curiosità
 La Festa dell'Annunziata
Cartapestai di casa nostra
Santi sotto campana
Antica barbieria Ingrosso
L’Annunciazione sui pizzi
La puteca te li Papaionaca
I proverbi sulle monete
L'acchiatura
Le Caremme di Tuglie 2006
Le Caremme 2007
Le Caremme 2008
Le Caremme 2009
Le Caremme 2010
Le Caremme 2011
Le Caremme 2012
Le Caremme 2013
Le Caremme 2014
Tugliesi...puricini
Piazza Garibaldi 1912
Nevicata in Piazza
Giuseppe Piccioli Pianista
L'università di Tuglie
Grecità a Parabita
Retaggi linguistici
Tuglie nei dizionari
Carnevaliamo...insieme
Puru nui taniane la rete...
Festa della  Mamma USV
Filatelia: Tuglie e Albania
Non chiamatele vecchiette
Pensieri...Festa Patronale

Culacchi
Che ore sono?
La banana della Madonna
La mezza-vendetta di Santa Barbara

L'associazionismo:
Le associazioni
La Calandra
Aurora
Gruppo Scout Tuglie
Ekagra
Gruppo Incontri
Protezione Civile C.O.R.
Associaz.Emigranti Tugliesi

Sport 
Calcio Giovanile Tuglie
Talion Volley Tuglie
Associaz. Podistica Tuglie
Gare Podistica Tuglie2008
Gare PodisticaTuglie 2009
Gare PodisticaTuglie 2010
Gare PodisticaTuglie 2011
Gare PodisticaTuglie 2012
Gare PodisticaTuglie 2013
Gare PodisticaTuglie 2014
Gare PodisticaTuglie 2015
Gare PodisticaTuglie 2016
Gare PodisticaTuglie 2017

Le raffinatezze a Tuglie
Vini Michele Calò
Liquori Villantica
Banane e Spumoni

Foto
Nella Tuglie di ieri
Cosimo Sponziello...Le foto
Non solo foto...
Siamo...obiettivi!
Tuglie...by night
Luci di Natale 2011

Firma degli ospiti
Ricerca nel sito

Il nostro indirizzo e-mail:




Diventa amico di TuglieMeteo


Visita il Salento

Tuglie...per raccontar paese...



Tutti i marchi, foto, immagini e scritti presenti sul sito appartengono ai legittimi proprietari.
E' severamente vietato copiarne i contenuti.
Sito ottimizzato per:
Explorer Firefox Opera Chrome Safari


Impostare la risoluzione a 1024x768px o sup.

Aggiungi Tuglie... per raccontar paese ai Preferiti

Sito ideato e realizzato da Felice Campa

Privacy Policy


To Top