Tuglie...per raccontar paese...
 
Tuglie...per raccontar paese...


Almanacco

Sabato 21 Maggio 2022
Oggi si festeggiano:
SS. Vittorio,Donato e Poliento mart.
S.costantino
B.Ludovico


A chi oggi festeggia
onomastico o compleanno
ed è nato sotto questo segno:
Auguri!

Proverbio del giorno
L'insalata non ha sapore, se manca il primo fiore

Home

Calendario 2013
Festa Patronale 2011
Festa Patronale 2012
Festa Patronale 2014
Manifestazioni & Eventi

Televideo RAI


TUGLIE
Borgo della Civiltà Contadina del Salento
I frantoi ipogei
Museo civiltà contadina
FSE al Palazzo Ducale

L'informazione oggi
Il Corriere-Politica
Il Corriere-Cronache
Repubblica-Politica
Il Foglio
Repubblica-Prima pagina
Panorama
Il Fatto Quotidiano
Il sole 24 ore
Giornalettismo.com
AffarItaliani.it
Corriere salentino
Lecce Prima on line
Il paese nuovo on line
PiazzaSalento on line
Il Quotidiano di Puglia
Gazzetta Mezzogiorno
Il Giornale
Libero
La Stampa
La Gazzetta dello Sport
La Gazzetta Calcio
Notizie di Borsa
ANSA-Top news
ADN-KRONOS Politica
AGI Cronaca
AGI Politica

Andiamo al cinema?
I films in provincia
A Casarano
A Gallipoli
A Taviano
A Collepasso
A Nardò
A Surbo
A Lecce
Guarda tutti i trailer

Il paese della Calandra
di Raimondo Rodia
Il mercato in piazza
La grotta dei cervi
I dolci di Natale
I gelati e la pasticceria..
18 aprile 1948
Mesciu Saulle
Michele Cuppone
Il Salento che vorrei
La notte di S. Giovanni
Il bosco delle fate
Don Camillo e Peppone
Le serre salentine
Le serenate pasquali
Le mute terre...
Un nido d'amore...
Loriana Notaro
Villa Luisa
Il Museo della Radio...
Si faceva il "Bucato"
Le Tavole di San Giuseppe
Le banane.....di Tuglie
La focareddrha
Tuglie... e il suo gioiello
Una domenica...
Uno Sport solo per Donne, il Mamanet

Altrevoci
Il presepe del zio Toto
A mio padre
Ricordo di zia Luigia
Gli Americani a Tuglie
Un Garibaldino a Tuglie
La mia Azione Cattolica
Riflessioni
In ricordo di mio fratello
I ricordi di una bambina
Una vendemmia particolare
25 Aprile 1945
Quel Natale degli anni '50
I Docili
Appello Chiesa S.Girolamo
Il viaggio dell'eroe
L'orco e la bambina
Mario Donadei
Giuseppe Merenda
Sara Nocera-Il poeta dei....
Sara Nocera-Un labirinto..
Sara Nocera-La lampada..
Giuliana Coppola-A Silvio..
Lucio Causo-Poesie
La favola di .....Luna
Troppo rumore fa....
Tullio Sponziello

Salvatore Malorgio
L'artista...le opere
La mammana

Tuglie
Un nuovo Teatro a Tuglie
Ritrattino di Tuglie
Tuglie vista dal satellite
Panorama a 180°
Il nome "TUGLIE"
I rioni
Gli ulivi di Tuglie
Tuglie e l'Unità d'Italia
Antonio Palumbo
Un nome....una contrada
Montegrappa
Alpini a Tuglie
I Tugliesi del 2000
Tuglie nei libri
Il restauro del Calvario
Restauro facciata Chiesa
Il Giardinetto Aragona
Gemellaggio Villaverla
Cippo agli Alpini
Tuglie che cambia
La donna del monumento
Laboratorio ecomuseale
I 100 anni della Piazza
I 50 anni del Mosaico
Una storia da raccontare

Cenni storici
Le origini
La storia
Le chiese
Palazzi-Monumenti
Il Calvario

Lucio Causo: Ricerche
Reazioni filoborboniche...
Vigilanza polizia borbonica
La crisi economica del 900
Ampliamento territorio
Congregazione di carità
La famiglia Venturi
La stazione ferroviaria
Tuglie Borbonica del 1827
Causa Tuglie-Minervino
Profilo di Lucio Causo
Un secolo di Ferrovia
Il culto dell'Annunziata
La"Sagra" di Vittorio Locchi
La Madonna del Grappa
Cesare Vergine (Diario)
CasermaCarabinieri Tuglie
Luigi Venuti
Festa del Giovedì Santo
Piazza Garibaldi
Dr. Cesare Vergine
La Madonna Pozzo

G. Pisanello: Tradizioni
L'angolo di Giampiero
Riti & Feste (Video)
Venerdì Santo
Le Caremme
Sant'Antonio
San Giuseppe
La Candelora
Madonna del Carmine
Madonna del Grappa
Sacro Cuore di Gesù
La festa patronale
La Matonna te la Nunziata

Tuglie...per raccontar paese...
Recensioine de "Il diario - La mia vita dedicata a Tuglie"
Otello Petruzzi, Il Diario – La mia vita dedicata a Tuglie, Tuglie (LE): Tipografia 5 emme, 2021, 392 pp.

“Io stesso sono il materiale del mio libro.” (Saggi, Michel de Montaigne, 1580)

Il genere della scrittura privata, diaristica e memoriale, ha attraversato i secoli. Il saggio autobiografico, immaginario o autentico, narrato in prima persona, possiede una lunga e ricca tradizione letteraria che incomincia praticamente dalle Confessioni di Agostino di Tagaste (fine IV secolo). La corrente prosegue con Le confessioni di Caterina de’Medici, con Michel de Montaigne, nei suoi Saggi (« Sono io stesso, la materia del mio libro»), il romanzo picaresco anonimo (Lazzarino da Tormes), Teresa d’Avila, Il libro della mia vita, e include anche Le confessioni: Fantasticherie del passeggiatore solitario, di Jean-Jacques Rousseau. Ricordiamo, fra i tanti, anche Il diario di Anna Frank, e il racconto di Primo Levi, Se questo è un uomo, ai quali non si può alludere in quest’analisi per ragioni di economia testuale.

Nel suo Diario, Petruzzi ha preferito rivolgersi al lettore in terza persona, come facevano Giulio Cesare o Charles De Gaulle, lasciando dunque un intervallo — o meglio aprendo uno spazio — tra narrazione e realtà. Pensavamo ingenuamente di conoscere la storia di Tuglie e del Salento. Ma dopo aver letto il ben documentato e appassionante libro di quest’autore ci siamo resi conto che si trattava di una conoscenza superficiale e approssimativa. Il testo che ci troviamo davanti è originale, denso e ‘ristretto’ come un caffé aromatico e corposo.

L’indice cronologico è ben curato e diviso in periodi decennali fino al 1970, dopodiché diventa particolareggiato e annuale fino a raggiungere il ’96. Ci troviamo di fronte a un panorama storico-sociale del paese, in una finestra di tempo di quarantacinque anni di ‘vita dedicata a Tuglie’. Questo volume include una prefazione a cura della Prof. Roberta Cerutti, nonchè i ringraziamenti dell’autore e infine una rassegna sistematica delle Opere Pubbliche – Anni 1972-1994.

Dalle prime pagine affiora il sentimento determinato di raccontare episodi evocati in quegli anni, senza tuttavia tralasciare dettagli che potessero oscurare il nome dello scrittore. Il testo si legge piacevolmente e ci invita ad analizzare con curiosità intellettuale i frammenti più drammatici della storia civile. Petruzzi ha piena coscienza della strage causata dal Fascismo, con la sua demagogia fallace e il suo bagno quotidiano di menzogne, e quindi delle conseguenze catastrofiche che i Tugliesi conobbero in quegli anni di dittatura e di guerra. Si consideri come esempio questo passo:

Il paese non offriva molte prospettive a chi voleva lavorare. Prima il fascismo, che in tutti i comuni del Salento portava manifestazioni di malcontento popolare per la disoccupazione, poi gli anni della guerra che portarono fame, miseria, morte e distruzione, dettero agli italiani un lungo periodo di tribolazioni e sofferenze (p. 9).

Per quanto riguarda la sua carriera, leggiamo che dopo Galatina, Petruzzi venne trasferito a Tuglie, dove lavorò con Don Pippi (Giuseppe Vergine), il quale aveva ricevuto la nomina per eredità da parte della madre, Donna Maria Scuro (p. 11). Il lettore resta stupefatto dall’estro del Petruzzi a cercare i minimi indizi e i semplici ricordi, i quali col passar degli anni sono diventati vere e autentiche prove di un atteggiamento abusivo e di una mentalità poco parziale che continuano ad affliggere il Sud.

La lettura meticolosa consente di capire quanto fondamentale fosse la personalità del Petruzzi in paese. Perfino Don Nicola Tramacere, Arciprete di Tuglie, propose al giovane e dinamico direttore, reggente dell’ufficio postale, la presidenza per i festeggiamenti patronali di Maria SS. Annunziata, titolo onorifico impegnativo, ma gratificante nella vita sociale del paese.

Il narratore ci informa sugli innumerevoli lavori e sulle opere generate dall’amministrazione comunale sotto l’autorità del Sindaco Petruzzi. Tra i molteplici progetti e le realizzazioni basterà ricordare i nuovi edifici scolastici, il centro per gli anziani, l’istituzione della biblioteca Fiore Gnoni, la casa comunale, il campo sportivo, la rete idrica, l’impianto per l’illuminazione pubblica, il parco pubblico in località Montegrappa, la costruzione delle fognature bianca e nera, delle vie Masseria Vecchia, Tiggiano, Scibba, e delle stramurali Nord e Sud, inoltre l’ampiamento del ponte sul Tagliamento, l’edificazione di Piazzale Matteotti, e l’inaugurazione del nuovo ufficio postale. Per il Sindaco Petruzzi, ogni evento, piccolo o grande che fosse, richiedeva particolare attenzione. Il fattore umano resta il ricorso primordiale dell' amministrazione tugliese.

Il memorando lavoro di Petruzzi contiene un valore informativo di prima mano. Tutti gli eventi e avvenimenti evocati in questo volume aiutano il lettore a scoprire, a capire con una coerente logica la mentalità nonchè l’ideologia del periodo storico 1972-1996. Per quanto riguarda la sistemazione e l’economia del Diario, forse sarebbe stato vantaggioso discutere in maniera più dettagliata i momenti determinanti della politica comunale. Insomma: più riflessione e meno esposizione. Nonostante ciò, l’ampia produzione testuale del Petruzzi offre al lettore un impressionante ventaglio di prospettive. La qualità più ammirevole di tale lavoro risiede nel fatto che lo scrittore ha presentato uno studio socio-politico di Tuglie tramite annali e documenti di archivio, offrendo al lettore un’opera storica rigorosa dal punto di vista scientifico, uno straordinario e affascinante strumento per un pubblico ampio di studenti universitari, studiosi, critici e specialisti.

Le reminiscenze dell’autore, ben documentate con una grande misura di originalità, hanno la pretesa di ripensare tanti episodi e avvenimenti della comunità tugliese, che vengono proiettati verso il futuro. Si impara dal passato per non commettere gli stessi errori. Petruzzi ha goduto della simpatia di tante persone del suo gruppo politico, ma anche di quello degli avversari, i quali, malgrado le differenze e le opposizioni ideologiche, hanno saputo accettare il valore di un sindaco che ha lavorato costantemente per il bene della sua Tuglie.

 

1) La letteratura classica greco-latina produrrà opere pseudo-biografiche come Satyricon di Petronio Arbitro (I secolo d.C.) oppure Le metamorfosi o L'asino d'oro, opera scritta da Lucio Apuleio (II secolo d.C.).



Louis Imperiale
University of Missouri-Kansas City
imperialel@umkc.edu


Tuglie...per raccontar paese...
Asterischi
di Gerardo Fedele
Guida turistica
Presentaz. Coppola rossa
Tuglie: quali origini?
Storie di presepi
La presenza di un amico
Radiobase, etereo mito...
Toponomastica e
Unità d'Italia

Storie di paese...

Collecta,electa,memoranda
di Enzo Pagliara
+


Storie
La storiella della Madonna
Le tajate
Vi racconto Montegrappa
I murales di Joele
Ricordando Joele
Maurizio Imperiale
Provenzano,origini
di una tradizione

Ricordando Ugo
Per Silvio
Antonio Minerba
Mescia Rita Pino
A Cristian Quartini
L'Ercole te la benzina

Cartoline 
Una facciata, quasi  un ...
Un bambino ascolta il mare
La stazione
Largo Fiera, per memoria
Il mio Largo Fiera
Via XXIV Maggio
Un luogo ideale
Via Sant’Antonio
Una via fiorita
Una scoperta che
viene dall'America
Dedicato a mio nonno
Tugliesi quel giorno 
La lista dei passeggeri
La nave Republic

Museo della radio
Inaugurazione
Brochure
Visita virtuale
Frantoio ipogeo
Abbassa la tua radio

Tugliesi nel mondo
Louis Imperiale
Sylvain Tarantino
Tuglie a New York
Antonio Coluccia

Turismo a Tuglie
Corte dei Simonari
Tenuta La Baronessa
Residenza Mosco
Villa Rodogallo
Agriturismo Nanni
Villa Paradiso
Villa Oasi
B&B Almacanto
Villa Panorama sullo Ionio
Le corti di Tuglie
Masseria Carignani

Storia e leggenda

Profili
Livio Calò recensione
Otello Petruzzi recensione
Luigi Ruggero Cataldi
Mino Stamerra
Sinu Matinese
Davide Raia
Sabrina Manco
Adriano Imperiale
Sara Nocera
Nunzia Imperiale
Mino De Santis
Mino De Santis Caminante
Mino De Santis Muddhriche
Emily De Salve
Liana Primiceri
Silvana Mottura-Poesie
Don Nicola Tramacere
Antonio Pagliara
Cesare Vergine
Ambrogio Piccioli
Aldo Garzia
Egidio Cataldi
Giuseppe Ria
Cosimo Sponziello
Silvio Nocera
Giuseppe Solida
L'arte di Giuseppe Solida
Rosa Parata
Lu Battista
Fernando Pino
Fiore Gnoni
Mesciu ‘Ntunucciu
Al Maestro Ant. Malecore 
Salvatore Guarini

Curiosità
 La Festa dell'Annunziata
Cartapestai di casa nostra
Santi sotto campana
Antica barbieria Ingrosso
L’Annunciazione sui pizzi
La puteca te li Papaionaca
I proverbi sulle monete
L'acchiatura
Le Caremme di Tuglie 2006
Le Caremme 2007
Le Caremme 2008
Le Caremme 2009
Le Caremme 2010
Le Caremme 2011
Le Caremme 2012
Le Caremme 2013
Le Caremme 2014
Tugliesi...puricini
Piazza Garibaldi 1912
Nevicata in Piazza
Giuseppe Piccioli Pianista
L'università di Tuglie
Grecità a Parabita
Retaggi linguistici
Tuglie nei dizionari
Carnevaliamo...insieme
Puru nui taniane la rete...
Festa della  Mamma USV
Filatelia: Tuglie e Albania
Non chiamatele vecchiette
Pensieri...Festa Patronale

Culacchi
Che ore sono?
La banana della Madonna
La mezza-vendetta di Santa Barbara

L'associazionismo:
Le associazioni
La Calandra
Aurora
Gruppo Scout Tuglie
Ekagra
Gruppo Incontri
Protezione Civile C.O.R.
Associaz.Emigranti Tugliesi

Sport 
Calcio Giovanile Tuglie
Talion Volley Tuglie
Associaz. Podistica Tuglie
Gare Podistica Tuglie2008
Gare PodisticaTuglie 2009
Gare PodisticaTuglie 2010
Gare PodisticaTuglie 2011
Gare PodisticaTuglie 2012
Gare PodisticaTuglie 2013
Gare PodisticaTuglie 2014
Gare PodisticaTuglie 2015
Gare PodisticaTuglie 2016
Gare PodisticaTuglie 2017

Le raffinatezze a Tuglie
Vini Michele Calò
Liquori Villantica
Banane e Spumoni

Foto
Nella Tuglie di ieri
Cosimo Sponziello...Le foto
Non solo foto...
Siamo...obiettivi!
Tuglie...by night
Luci di Natale 2011

Firma degli ospiti
Ricerca nel sito

Il nostro indirizzo e-mail:




Diventa amico di TuglieMeteo


Visita il Salento

Tuglie...per raccontar paese...



Tutti i marchi, foto, immagini e scritti presenti sul sito appartengono ai legittimi proprietari.
E' severamente vietato copiarne i contenuti.
Sito ottimizzato per:
Explorer Firefox Opera Chrome Safari


Impostare la risoluzione a 1024x768px o sup.

Aggiungi Tuglie... per raccontar paese ai Preferiti

Sito ideato e realizzato da Felice Campa

Privacy Policy


To Top