Tuglie...per raccontar paese...
 
Tuglie...per raccontar paese...


Almanacco

Martedi` 24 Ottobre 2017
Oggi si festeggiano:
S. Marco solitario
S.Antoni Maria Claret
S.Bernardo Calvò
S.Proclo arc.


A chi oggi festeggia
onomastico o compleanno
ed è nato sotto questo segno:
Auguri!

Proverbio del giorno
La suocera signora, ricordi che fù nuora

Home

Calendario 2013
Festa Patronale 2011
Festa Patronale 2012
Festa Patronale 2014
Manifestazioni & Eventi

Televideo RAI


L'informazione oggi
Il Corriere-Politica
Il Corriere-Cronache
Repubblica-Politica
Il Foglio
Repubblica-Prima pagina
Panorama
Il Fatto Quotidiano
Il sole 24 ore
Giornalettismo.com
AffarItaliani.it
Lettera 43
Corriere salentino
Lecce Prima on line
Il paese nuovo on line
PiazzaSalento on line
Il Quotidiano di Puglia
Gazzetta Mezzogiorno
L'Unità
Il Giornale
Libero
La Stampa
MicroMega
La Gazzetta dello Sport
La Gazzetta Calcio
Notizie di Borsa
ANSA-Top news
ADN-KRONOS Politica
AGI Cronaca
AGI Politica

Andiamo al cinema?
I films in provincia
A Casarano
A Gallipoli
A Taviano
A Collepasso
A Nardò
A Surbo
A Lecce
Guarda tutti i trailer

Il paese della Calandra
di Raimondo Rodia
Il Salento che vorrei
La notte di S. Giovanni
Il bosco delle fate
Don Camillo e Peppone
Le serre salentine
Le serenate pasquali
Le mute terre...
Un nido d'amore...
Loriana Notaro
Villa Luisa
Il Museo della Radio...
Si faceva il "Bucato"
Le Tavole di San Giuseppe
Le banane.....di Tuglie
La focareddrha
Tuglie... e il suo gioiello
Una domenica...

Altrevoci
Ricordo di zia Luigia
Gli Americani a Tuglie
Un Garibaldino a Tuglie
La mia Azione Cattolica
Riflessioni
In ricordo di mio fratello
I ricordi di una bambina
Una vendemmia particolare
25 Aprile 1945
Quel Natale degli anni '50
I Docili
Appello Chiesa S.Girolamo
Il viaggio dell'eroe
L'orco e la bambina
Mario Donadei
Giuseppe Merenda
Sara Nocera-Il poeta dei....
Sara Nocera-Un labirinto..
Sara Nocera-La lampada..
Giuliana Coppola-A Silvio..
Lucio Causo-Poesie
La favola di .....Luna
Troppo rumore fa....
Tuglie dei tempi andati
Contadini salentini
Aspetti di vita contadina
Donne salentine alla
fontana

Tullio Sponziello

Tuglie
Un nuovo Teatro a Tuglie
Ritrattino di Tuglie
Tuglie vista dal satellite
Panorama a 180°
Il nome "TUGLIE"
I rioni
Gli ulivi di Tuglie
Museo civiltà contadina
FSE al Palazzo Ducale
Tuglie e l'Unità d'Italia
Antonio Palumbo
Un nome....una contrada
Montegrappa
Alpini a Tuglie
I Tugliesi del 2000
Tuglie nei libri
Il restauro del Calvario
Restauro facciata Chiesa
Il Giardinetto Aragona
Gemellaggio Villaverla
Cippo agli Alpini
Tuglie che cambia
La donna del monumento
Laboratorio ecomuseale
I 100 anni della Piazza
I 50 anni del Mosaico
Una storia da raccontare

Cenni storici
Le origini
La storia
Le chiese
Palazzi-Monumenti
Il Calvario

Lucio Causo: Ricerche
Reazioni filoborboniche...
Vigilanza polizia borbonica
La crisi economica del 900
Ampliamento territorio
Congregazione di carità
La famiglia Venturi
La stazione ferroviaria
Tuglie Borbonica del 1827
Causa Tuglie-Minervino
Profilo di Lucio Causo
Un secolo di Ferrovia
Il culto dell'Annunziata
La"Sagra" di Vittorio Locchi
La Madonna del Grappa
Cesare Vergine (Diario)
CasermaCarabinieri Tuglie
Luigi Venuti
Festa del Giovedì Santo
Piazza Garibaldi
Dr. Cesare Vergine
La Madonna Pozzo

G. Pisanello: Tradizioni
L'angolo di Giampiero
Riti & Feste (Video)
Venerdì Santo
Le Caremme
Sant'Antonio
San Giuseppe
La Candelora
Madonna del Carmine
Madonna del Grappa
Sacro Cuore di Gesù
La festa patronale
La Matonna te la Nunziata

Tuglie...per raccontar paese...
CESARE VERGINE -  UN SINDACO “SCOMODO” MA TENACE

Il dottore Cesare Vergine, nato il 19 gennaio 1896, è stato sindaco di Tuglie per quasi diciotto anni, dalla metà di giugno del 1951 fino a pochi mesi prima della morte, avvenuta il 15 giugno del 1969. Dopo aver studiato a Maglie, presso il liceo classico “Capece”, frequenta la facoltà di medicina dell’Università di Roma. Partecipa alla prima guerra mondiale come Sottotenente di Fanteria e prende parte agli aspri combattimenti sopra il Monte Grappa, ottenendo riconoscimenti e ricompense. Tornato a casa riprende gli studi universitari e si laurea in medicina il 7 gennaio del 1922. Svolge l’attività di medico condotto a Parabita dal 6 marzo 1922 al 30 novembre 1925. Nel 1933 vince il concorso di ufficiale sanitario a Tuglie ed espleta l’incarico fino alla data di elezione a sindaco. Partecipa come medico volontario alla guerra d’Etiopia fino al 1936 e nel secondo conflitto mondiale viene richiamato in servizio col grado di Maggiore Medico.
Il dottore Vergine è considerato il fondatore di Montegrappa; nel 1938, per sciogliere un voto fatto alla Madonna del Grappa durante la grande guerra del 1915-1918, raccoglie intorno a sé i vecchi compagni d’arme, le vedove di guerra e le madri dei caduti per costruire sulla collina che si eleva a nord dell’abitato di Tuglie, una chiesetta in onore della Madonna del Grappa, la Grande Mutilata. Vicino alla chiesetta fa erigere il Sacrario ai Caduti ed il Parco della Rimembranza. L’iniziativa si rivela geniale perché in quella zona incolta ed abbandonata cominciano a sorgere villette, strade e parchi che d’estate accolgono numerosi residenti e turisti.
Nel 1953, per raggiungere comodamente questa zona di espansione del paese, il sindaco Vergine fa costruire una nuova strada, la tangenziale collinare che si congiunge con la provinciale per Collepasso, conosciuta da tutti come Via Tupini; questa strada, che col tempo si è completamente urbanizzata, è stata poi denominata Corso Cesare Vergine.
Durante la sua lunga amministrazione comunale, il dottore Vergine avvia una politica di opere pubbliche molto impegnativa per Tuglie. Realizza la costruzione di numerose strade interne ed esterne all’abitato, dell’edificio scolastico elementare, della rete idrica, dell’impianto di pubblica illuminazione e del mercato coperto. Avvia le pratiche per la costruzione della circonvallazione, ormai indispensabile per alleggerire il traffico cittadino, e di tanti altri progetti che saranno poi realizzati dalle successive amministrazioni.
Cesare Vergine viene eletto sindaco nella seconda metà di giugno del 1951 con la lista civica “La Madonnina”, a cui si contrappongono i socialcomunisti con la lista “L’orologio” e i democristiani dello Scudo Crociato. Nella lista dei Democratici Cristiani figurano nomi importanti come Luigi Errico, Vincenzo De Santis, Carmine Pastore e la contessa Maria Venturi, appartenente all’antica famiglia feudale tugliese. Nella lista “La Madonnina”, oltre al dottore Vergine, fanno spicco i nomi di Giuseppe Toma e di Eugenio Romano. Nella lista dei socialcomunisti figura il nome del farmacista Stanislao (Lao) Imperiale. Alla fine delle elezioni, Cesare Vergine risulta il primo degli eletti della Madonnina con un massimo di 1.529 voti; ultimo dei sedici eletti Carmine Calò, grande invalido dell’ultima guerra, che ottiene 1.482 voti. I quattro seggi della minoranza vanno ai socialcomunisti con Stanislao Imperiale in testa (994 voti), seguito da Antonio Giuseppe Imperiale e Carmine Pisanello (968 voti) e da Cesario (Saio) Imperiale, sindacalista della CGL (966 voti). I candidati della Democrazia Cristiana rimangono a terra. Nella seduta del 17 giugno 1951 il Consiglio Comunale elegge il dottore Vergine sindaco di Tuglie (16 consiglieri presenti, 16 votanti, 16 voti favorevoli).
Per le elezioni del 1956 la lista di Cesare Vergine cambia simbolo, scegliendo la Torre Civica. Con la “Torre” si candidano: Salvatore Quarta, nipote del dottore Vergine, che si presenta in sostituzione della madre, Ada Imperiale, la prima donna di Tuglie che ricopre la carica di assessore al Comune, Eugenio Romano, Alberto Pagliara, Francesco Guarini, Cosimo Quintana, Luigi Pastore, Oreste Cacciapaglia, Michele Montefusco, Giuseppe De Santis, Luigi Calò, Ernesto Greco, Santo Ramundo, Carmine Calò, Carmine Marrella, Giuseppe Antonio Imperiale. Il dottore Vergine viene eletto con 1.446 voti, l’ultimo degli eletti ottiene 1.396 voti (Imperiale). Fra i suoi maggiori antagonisti non sono eletti Dante Mosco, Silvio Santese, Giuseppe Bernardi e Giuseppe Vergine.
Nelle elezioni del 1960 vince di nuovo la lista della Torre Civica con Cesare Vergine in testa (1.380 voti). Seguono i suoi fedelissimi con due sostituzioni: Giuseppe Imperiale e Salvatore Imperiale, ultimo degli eletti con 1.327 voti. Nella lista dello Scudo Crociato vengono eletti: Giuseppe Ria, Ernesto De Salve, Vincenzo Guarini e Fedele Mottura. Ippazio Imperiale diventerà deputato della Democrazia Cristiana al Parlamento. Per la seconda volta Saio Imperiale ed i suoi compagni della lista “Stretta di Mano” rimangono a terra.
Le elezioni del 1964 portano ad una grande svolta, unica nella storia di Tuglie e nel contesto nazionale. A quel tempo avviene il passaggio dal sistema elettorale maggioritario a quello proporzionale, per cui i seggi vengono attribuiti in base ai voti che i candidati ricevono.
Al Consiglio Comunale sono eletti i candidati di tre liste: Partito Comunista, Democrazia Cristiana ed ancora la Torre Civica, che ottiene 1.780 voti per il dottore Vergine. Bisogna tenere presente che nel dicembre del 1960 si era verificato lo “scisma” fra comunisti e socialisti tugliesi. Questi ultimi, per le elezioni del 1964, formano una propria lista, denominata “Unione Socialista”, che non prende neppure un seggio. Perciò, secondo il sistema proporzionale, otto consiglieri spettano alla Torre Civica, sette alla Democrazia Cristiana e cinque al Partito Comunista. Per governare il paese, Cesare Vergine si allea con i comunisti e non con gli odiati democristiani che lo avevano espulso dal partito e lo avevano sempre osteggiato. Forma la Giunta con Giuseppe De Salve, Salvatore Quarta, Eugenio Romano, Cosimo Pastore (fedelissimi della Torre Civica) e due comunisti: Saio Imperiale e Nino Crusi. Si grida allo scandalo perché la Torre, dopo avere amministrato il paese guardando a destra, ora si tinge di rosso. In effetti è una Giunta isolazionista ed anomala rispetto al contesto nazionale. Ma Cesare Vergine va avanti lo stesso ed amministra attivamente la cosa pubblica con la collaborazione dei comunisti. Ma a lungo andare alcuni nodi vengono al pettine e primo fra tutti l’annoso problema della circonvallazione. Occorrono fondi per realizzare opere pubbliche di primaria importanza per lo sviluppo del paese; fondi che il Comune non possiede e che non arrivano dallo Stato, nonostante le richieste. Si avvicinano le elezioni politiche e le promesse dei candidati in lizza (specialmente dell’area di governo) hanno il loro peso. Il 28 maggio del 1968 i consiglieri comunisti ritirano il loro appoggio all’amministrazione Vergine invitando i propri assessori a rassegnare le dimissioni dalla carica. Questa decisione viene presa per il comportamento del sindaco Vergine che nelle ultime elezioni politiche aveva votato Democrazia Cristiana. Per chi, allora, doveva votare il sindaco, preso da assillanti cure amministrative, se non per candidati appartenenti al partito di governo, capaci e disposti a venire incontro alle necessità del paese? Poteva il sindaco votare diversamente nell’interesse della comunità? Così risponde Cesare Vergine ai comunisti che lo attaccano da più parti. Sono in gioco gli 80 milioni promessi per iniziare i lavori della tanto attesa estramurale. Comunque quell’esperienza finisce ed il dottore Vergine, circondato dai suoi fedeli collaboratori, continua a lavorare per il bene dei tugliesi.
Da qualche tempo il dottore Vergine non si sente bene; aveva cominciato a manifestare i primi segni della malattia nella primavera del 1966, ma riesce a tirare avanti fino al 4 aprile del 1969, data in cui il Consiglio Comunale prende atto delle sue dimissioni per motivi di salute. Nella stessa seduta viene eletto sindaco di Tuglie il nipote Avv. Salvatore Quarta, che aprirà nuove speranze per il progresso sociale ed economico del paese. Cesare Vergine muore il 15 giugno del 1969. Alla sua perenne memoria, i cittadini di Tuglie dedicano il monumento realizzato dallo scultore Marcello Gennari di Cavallino sul piazzale di Montegrappa.
 

  Lucio Causo




 

Tuglie...per raccontar paese...
Asterischi
di Gerardo Fedele
Guida turistica
Presentaz. Coppola rossa
Tuglie: quali origini?
Storie di presepi
La presenza di un amico
Radiobase, etereo mito...
Toponomastica e
Unità d'Italia

Storie di paese...

Collecta,electa,memoranda
di Enzo Pagliara


Storie
La storiella della Madonna
Le tajate
Vi racconto Montegrappa
I murales di Joele
Ricordando Joele
Maurizio
Provenzano,origini
di una tradizione

Ricordando Ugo
Per Silvio
Antonio Minerba
Mescia Rita Pino
A Cristian Quartini
L'Ercole te la benzina

Cartoline 
Una facciata, quasi  un ...
Un bambino ascolta il mare
La stazione
Largo Fiera, per memoria
Il mio Largo Fiera
Via XXIV Maggio
Un luogo ideale
Via Sant’Antonio
Una via fiorita
Una scoperta che
viene dall'America
Dedicato a mio nonno
Tugliesi quel giorno 
La lista dei passeggeri
La nave Republic

Museo della radio
Inaugurazione
Orari - Brochure
Visita virtuale
Frantoio ipogeo
Abbassa la tua radio

Tugliesi nel mondo
Louis Imperiale
Sylvain Tarantino
Tuglie a New York
Antonio Coluccia

Turismo a Tuglie
Corte dei Simonari
Tenuta La Baronessa
Residenza Mosco
Villa Rodogallo
Agriturismo Nanni
Villa Paradiso
Villa Oasi
B&B Almacanto
Villa Panorama sullo Ionio
Le corti di Tuglie
Masseria Carignani

Profili
Mino Stamerra
Sinu Matinese
Davide Raia
Sabrina Manco
Adriano Imperiale
Sara Nocera
Nunzia Imperiale
Mino De Santis
Mino De Santis Caminante
Mino De Santis Muddhriche
Emily De Salve
Liana Primiceri
Silvana Mottura-Poesie
Don Nicola Tramacere
Antonio Pagliara
Cesare Vergine
Ambrogio Piccioli
Aldo Garzia
Egidio Cataldi
Giuseppe Ria
Cosimo Sponziello
Silvio Nocera
Salvatore Malorgio
Malorgio dalla rappresent.
Giuseppe Solida
L'arte di Giuseppe Solida
Rosa Parata
Lu Battista
Fernando Pino
Fiore Gnoni
Mesciu ‘Ntunucciu
Al Maestro Ant. Malecore 
Salvatore Guarini

Curiosità
 La Festa dell'Annunziata
Cartapestai di casa nostra
Santi sotto campana
Antica barbieria Ingrosso
L’Annunciazione sui pizzi
La puteca te li Papaionaca
I proverbi sulle monete
L'acchiatura
Le Caremme di Tuglie 2006
Le Caremme 2007
Le Caremme 2008
Le Caremme 2009
Le Caremme 2010
Le Caremme 2011
Le Caremme 2012
Le Caremme 2013
Le Caremme 2014
Tugliesi...puricini
Piazza Garibaldi 1912
Nevicata in Piazza
Giuseppe Piccioli Pianista
L'università di Tuglie
Grecità a Parabita
Retaggi linguistici
Tuglie nei dizionari
Carnevaliamo...insieme
Puru nui taniane la rete...
Festa della  Mamma USV
Filatelia: Tuglie e Albania
Non chiamatele vecchiette
Pensieri...Festa Patronale

Culacchi
Che ore sono?
La banana della Madonna
La mezza-vendetta di Santa Barbara

L'associazionismo:
Le associazioni
La Calandra
Aurora
Gruppo Scout Tuglie
Ekagra
Gruppo Incontri
Protezione Civile C.O.R.
Associaz.Emigranti Tugliesi

Sport 
Calcio Giovanile Tuglie
Talion Volley Tuglie
Associaz. Podistica Tuglie
Gare Podistica Tuglie2008
Gare PodisticaTuglie 2009
Gare PodisticaTuglie 2010
Gare PodisticaTuglie 2011
Gare PodisticaTuglie 2012
Gare PodisticaTuglie 2013
Gare PodisticaTuglie 2014
Gare PodisticaTuglie 2015
Gare PodisticaTuglie 2016
Gare PodisticaTuglie 2017

Le raffinatezze a Tuglie
Vini Michele Calò
Liquori Villantica
Banane e Spumoni

Foto
Nella Tuglie di ieri
Cosimo Sponziello...Le foto
Non solo foto...
Siamo...obiettivi!
Tuglie...by night
Luci di Natale 2011

Firma degli ospiti
Ricerca nel sito

Il nostro indirizzo e-mail:




Diventa amico di TuglieMeteo


Visita il Salento

Tuglie...per raccontar paese...


Le ultime news di ADN-KRONOS
Tutti i marchi, foto, immagini e scritti presenti sul sito appartengono ai legittimi proprietari.
E' severamente vietato copiarne i contenuti.
Sito ottimizzato per:
Explorer Firefox Opera Chrome Safari


Impostare la risoluzione a 1024x768px o sup.

Aggiungi Tuglie... per raccontar paese ai Preferiti

Webmaster: Felice Campa

Privacy Policy


To Top