Tuglie...per raccontar paese...
 
Tuglie...per raccontar paese...


Almanacco

Giovedi` 27 Aprile 2017
Oggi si festeggiano:
S. Ida vergine
S.Zita verg.
S.Liberale
S.Castore mart.


A chi oggi festeggia
onomastico o compleanno
ed è nato sotto questo segno:
Auguri!

Proverbio del giorno
Neo e fossetta, bellezza perfetta

Home

Calendario 2013
Festa Patronale 2011
Festa Patronale 2012
Festa Patronale 2014
Manifestazioni & Eventi

Televideo RAI


L'informazione oggi
Il Corriere-Politica
Il Corriere-Cronache
Repubblica-Politica
Repubblica-Prima pagina
Panorama
Il Fatto Quotidiano
Il sole 24 ore
Giornalettismo.com
AffarItaliani.it
Lettera 43
Lecce Prima on line
Il paese nuovo on line
PiazzaSalento on line
Il Quotidiano di Puglia
Gazzetta Mezzogiorno
L'Unità
Virgilio Notizie
Il Giornale
Libero
La Stampa
MicroMega
La Gazzetta dello Sport
La Gazzetta Calcio
Notizie di Borsa
ANSA-Top news
ADN-KRONOS Politica
AGI Cronaca
AGI Politica

Andiamo al cinema?
I films in provincia
A Casarano
A Gallipoli
A Taviano
A Collepasso
A Nardò
A Surbo
A Lecce
Guarda tutti i trailer

Il paese della Calandra
di Raimondo Rodia
Il Salento che vorrei
La notte di S. Giovanni
Il bosco delle fate
Don Camillo e Peppone
Le serre salentine
Le serenate pasquali
Le mute terre...
Un nido d'amore...
Loriana Notaro
Villa Luisa
Il Museo della Radio...
Si faceva il "Bucato"
Le Tavole di San Giuseppe
Le banane.....di Tuglie
La focareddrha
Tuglie... e il suo gioiello
Una domenica...

Altrevoci
Ricordo di zia Luigia
Gli Americani a Tuglie
Un Garibaldino a Tuglie
La mia Azione Cattolica
Riflessioni
In ricordo di mio fratello
I ricordi di una bambina
Una vendemmia particolare
25 Aprile 1945
Quel Natale degli anni '50
I Docili
Appello Chiesa S.Girolamo
Il viaggio dell'eroe
L'orco e la bambina
Mario Donadei
Giuseppe Merenda
Sara Nocera-Il poeta dei....
Sara Nocera-Un labirinto..
Sara Nocera-La lampada..
Giuliana Coppola-A Silvio..
Lucio Causo-Poesie
La favola di .....Luna
Troppo rumore fa....
Tuglie dei tempi andati
Contadini salentini
Aspetti di vita contadina
Tullio Sponziello

Tuglie
Un nuovo Teatro a Tuglie
Ritrattino di Tuglie
Tuglie vista dal satellite
Panorama a 180°
Il nome "TUGLIE"
I rioni
Gli ulivi di Tuglie
Museo civiltà contadina
FSE al Palazzo Ducale
Tuglie e l'Unità d'Italia
Antonio Palumbo
Un nome....una contrada
Montegrappa
Alpini a Tuglie
I Tugliesi del 2000
Tuglie nei libri
Il restauro del Calvario
Restauro facciata Chiesa
Il Giardinetto Aragona
Gemellaggio Villaverla
Cippo agli Alpini
Tuglie che cambia
La donna del monumento
Laboratorio ecomuseale
I 100 anni della Piazza
I 50 anni del Mosaico
Una storia da raccontare

Cenni storici
Le origini
La storia
Le chiese
Palazzi-Monumenti
Il Calvario

Lucio Causo: Ricerche
Reazioni filoborboniche...
Vigilanza polizia borbonica
La crisi economica del 900
Ampliamento territorio
Congregazione di carità
La famiglia Venturi
La stazione ferroviaria
Tuglie Borbonica del 1827
Causa Tuglie-Minervino
Profilo di Lucio Causo
Un secolo di Ferrovia
Il culto dell'Annunziata
La"Sagra" di Vittorio Locchi
La Madonna del Grappa
Cesare Vergine (Diario)
CasermaCarabinieri Tuglie
Luigi Venuti
Festa del Giovedì Santo
Piazza Garibaldi
Dr. Cesare Vergine
La Madonna Pozzo

G. Pisanello: Tradizioni
L'angolo di Giampiero
Riti & Feste (Video)
Venerdì Santo
Le Caremme
Sant'Antonio
San Giuseppe
La Candelora
Madonna del Carmine
Madonna del Grappa
Sacro Cuore di Gesù
La festa patronale
La Matonna te la Nunziata

Tuglie...per raccontar paese...
Filippo Briganti - Compone una lite tra l'Università(*) di Tuglie e il barone Venturi

Tuglie ha dedicato nel passato, su proposta dell'assessore alla cultura del tempo Luigi Scorrano, una strada al gallipolino Filippo Briganti e non credo che siano molti i tugliesi a sapere che il celebre economista si adoperò, nella metà del Settecento, a comporre, come Giudice di Pace, una annosa lite scoppiata tra l'Amministrazione del Casale di Tuglie e il suo feudatario.
Da più anni pendevano presso il Tribunale di Napoli alcuni litigi tra l'Università e il Duca di Minervino Don Ferdinando Giuseppe Venturi possessore del feudo baronale di Tuglie, con gravi danni economici vista la distanza dalla capitale e la conseguente dispendiosità nel tenere un procuratore legale che patrocinasse la causa in Napoli. Motivi del contendere tra le parti erano i soliti problemi feudali che sempre più le amministrazioni delle varie comunità salentine contestavano ai feudatari.
In Tuglie già nel passato si erano create contrapposizioni fra potere civico e potere feudale: affitto del feudo, accaparramento del grano, spartifeudo, condotta medica, dazi vari.. ma nella prima metà del Settecento si erano sommati contemporaneamente più attriti.
Innanzitutto il barone aveva aperto una bottega di carne ed altri commestibili vari, pregiudicando l'economia della grassa della bottega lorda(*) appannaggio dell'Università e che, concessa in appalto, garantiva all'amministrazione una lauta risorsa per le finanze civiche.
In secondo luogo il Duca si rifiutava di pagare la bonatenenza sui suoi beni stabili burgensatici(2) da lui dichiarati feudali, e quindi non tassabili, adducendo a pretesto l'aver pagato il relevio alla morte del Duca Don Filippo Guarini avvenuta nel 1740 e del quale era stato nominato legittimo erede.
Inoltre, un sentito motivo del contendere era lo jus prohibendi sulla macinatura del grano. Era successo che negli anni tra il 1730 e il 1750 la popolazione del Casale di Tuglie era cresciuta in maniera esponenziale, per cui i due molini esistenti, di proprietà feudale, non bastavano a soddisfare le necessità della popolazione e molti tugliesi avevano sentito l'obbligo di andare a macinare nei paesi vicini, con la conseguente minaccia da parte del Duca di punire i contravventori. Questo motivo, più degli altri due, aveva esasperato i tugliesi e, come nei corsi e ricorsi storici (ricordiamo che il problema grano-pane nel passato è stato causa di episodi tragici, vedi Masaniello, l'assalto ai forni nei Promessi Sposi) minacciava di causare disordini nel territorio.
La situazione sembrava senza vie di uscita, quando si pensò di appellarsi ad un arbitraggio, chiamando in soccorso il valentissimo gallipolino Filippo Briganti ritenuto di altissima statura morale e di chiara fama. Egli, esaminate le scritture e ponderate le ragioni di ambe le parti, presentò un piano di accordo che fu ritenuto unanimemente valido.
Fu così che il 16 ottobre 1757 si convocò pubblico parlamento nell'Università di Tuglie e si autorizzò il sindaco Vito Stamerra e il primo eletto Vito Piscozzi a rappresentare l'Università davanti al notaio Pasquale Pasca di Poggiardo rogante sulla piazza di Parabita, per un accordo con il Barone.
I due rappresentanti della Civica Università, nello stesso giorno, alla presenza dei testimoni Don Vito Antonio De Santis Arciprete di Tuglie, dottor fisico Pasquale Marzano e Magn.co Domenico Turi viri litterati, si presentarono dal notaio suddetto assistito dal Giudice Regio ai contratti Felice Serino e, presente nondimeno il Magnifico Signor Diego Sorge, speciale procuratore e rappresentante del Duca, ci si accordò su quanto il piano del Briganti prevedeva, previo il Regio Assenso:
1°) II Duca, entro un anno dal Regale Beneplacito, doveva costruire un terzo molino per commodo dei suoi vassalli previo giusto prezzo di molitura il più mediocre che si esige nei feudi confinanti; beninteso che nei molini feudali i cittadini debbano essere preferiti agli esteri; passato un anno dal Regio Assenso e non essendosi ancora fatto costruire il nuovo molino, i cittadini sarebbero stati liberi di macinare extra Pheudum.
2°) II possessore serrerà la sua bottega e cederà tutti li suoi giussi, azioni e ragioni che per la suddetta bottega e scarnaggio (3) potrebbe havere e che verrà a perdere più di venti ducati l’anno. In cambio l'Università avrebbe rinunciato alla pretensione di bonatenenza sui beni che il Duca pretendeva fossero feudali, salva la bonatenenza sui beni già acclarati burgensatici.
3°) Siccome le due camere dove era situata la bottega del feudatario sarebbero rimaste inutili e superflue, mentre servivano benissimo all'Università, il Duca le avrebbe cedute ad annuo canone, anche senza la rimessa, all'Università che avrebbe corrisposto l'annua somma di carlini trenta senza alterazione o diminuzione veruna con facoltà all'Università di serrare l'intervallo tra il forno e la bottega; e se il Duca avesse voluto utilizzare le due camere per ampliare il palazzo ducale, avrebbe assegnato altre due camere all'Università poste nelle immediate vicinanze. Ultima clausola prevedeva che fosse lecito alla servitù (famuli) del Duca di poter entrare ed uscire da detta bottega per mettere ed estrarre dalle Carceri ducali i carcerati, e visitarli, rimanendo anche in facoltà di questa Università di avvalersi di dette Carceri per affari concernenti al pubblico, senza pagare all'Erario Baronale cosa veruna.
Di tutto ciò si sarebbero stipulate pubbliche scritture e si sarebbe impetrato il Regale Beneplacito, senza il quale ovviamente non poteva darsi luogo ad alcun contratto.
Una pagina di storia che ancora una volta ci testimonia del coraggio di amministratori pronti a difendere gli interessi di una collettività e di come un popolo, anche se del lontano e sperduto sud, nel passato aveva capacità di fronteggiare i soprusi e le ingiuste pretese di un potere sempre pronto ad approfittarsi dei più deboli.


 

* L'Università, intesa nel senso di Governo delle Cose Universali, che interessano la totalità degli abitanti di una Terra, è l'Amministrazione Civica del passato.
(1) La bottega lorda vantava il dazio su alcuni beni commestibili come olio, formaggi, carni, insaccati.. .e veniva data in appalto. Di diritto feudale nel passato, era diventata poi diritto dell'Università.
(2) I beni del feudatario si differenziavano in beni feudali (facenti parte del feudo che era stato assegnato dal re e quindi non tassabili) e beni burgensatici (fecenti parte della Terra, da borgo, e perciò soggetti a tassazione sulla rendita).
(3) Scannaggio = diritto di macellazione.
 

Ortensio Seclì




 

Tuglie...per raccontar paese...
Asterischi
di Gerardo Fedele
Guida turistica
Presentaz. Coppola rossa
Tuglie: quali origini?
Storie di presepi
La presenza di un amico
Radiobase, etereo mito...
Toponomastica e
Unità d'Italia

Storie di paese...

Collecta,electa,memoranda
di Enzo Pagliara


Storie
La storiella della Madonna
Le tajate
Vi racconto Montegrappa
I murales di Joele
Ricordando Joele
Maurizio
Provenzano,origini
di una tradizione

Ricordando Ugo
Per Silvio
Antonio Minerba
Mescia Rita Pino
A Cristian Quartini
L'Ercole te la benzina

Cartoline 
Una facciata, quasi  un ...
Un bambino ascolta il mare
La stazione
Largo Fiera, per memoria
Il mio Largo Fiera
Via XXIV Maggio
Un luogo ideale
Via Sant’Antonio
Una via fiorita
Una scoperta che
viene dall'America
Dedicato a mio nonno
Tugliesi quel giorno 
La lista dei passeggeri
La nave Republic

Museo della radio
Inaugurazione
Orari - Brochure
Visita virtuale
Frantoio ipogeo
Abbassa la tua radio

Tugliesi nel mondo
Louis Imperiale
Sylvain Tarantino
Tuglie a New York
Antonio Coluccia

Turismo a Tuglie
Corte dei Simonari
Tenuta La Baronessa
Residenza Mosco
Villa Rodogallo
Agriturismo Nanni
Villa Paradiso
Villa Oasi
B&B Almacanto
Villa Panorama sullo Ionio
Le corti di Tuglie
Masseria Carignani

Profili
Mino Stamerra
Sinu Matinese
Davide Raia
Sabrina Manco
Adriano Imperiale
Sara Nocera
Nunzia Imperiale
Mino De Santis
Mino De Santis Caminante
Mino De Santis Muddhriche
Emily De Salve
Liana Primiceri
Silvana Mottura-Poesie
Don Nicola Tramacere
Antonio Pagliara
Cesare Vergine
Ambrogio Piccioli
Aldo Garzia
Egidio Cataldi
Giuseppe Ria
Cosimo Sponziello
Silvio Nocera
Salvatore Malorgio
Malorgio dalla rappresent.
Giuseppe Solida
L'arte di Giuseppe Solida
Rosa Parata
Lu Battista
Fernando Pino
Fiore Gnoni
Mesciu ‘Ntunucciu
Al Maestro Ant. Malecore 
Salvatore Guarini

Curiosità
 La Festa dell'Annunziata
Cartapestai di casa nostra
Santi sotto campana
Antica barbieria Ingrosso
L’Annunciazione sui pizzi
La puteca te li Papaionaca
I proverbi sulle monete
L'acchiatura
Le Caremme di Tuglie 2006
Le Caremme 2007
Le Caremme 2008
Le Caremme 2009
Le Caremme 2010
Le Caremme 2011
Le Caremme 2012
Le Caremme 2013
Le Caremme 2014
Tugliesi...puricini
Piazza Garibaldi 1912
Nevicata in Piazza
Giuseppe Piccioli Pianista
L'università di Tuglie
Grecità a Parabita
Retaggi linguistici
Tuglie nei dizionari
Carnevaliamo...insieme
Puru nui taniane la rete...
Festa della  Mamma USV
Filatelia: Tuglie e Albania
Non chiamatele vecchiette
Pensieri...Festa Patronale

Culacchi
Che ore sono?
La banana della Madonna
La mezza-vendetta di Santa Barbara

L'associazionismo:
Le associazioni
La Calandra
Aurora
Gruppo Scout Tuglie
Ekagra
Gruppo Incontri
Protezione Civile C.O.R.
Associaz.Emigranti Tugliesi

Sport 
Calcio Giovanile Tuglie
Talion Volley Tuglie
Associaz. Podistica Tuglie
Gare Podistica Tuglie2008
Gare PodisticaTuglie 2009
Gare PodisticaTuglie 2010
Gare PodisticaTuglie 2011
Gare PodisticaTuglie 2012
Gare PodisticaTuglie 2013
Gare PodisticaTuglie 2014
Gare PodisticaTuglie 2015
Gare PodisticaTuglie 2016
Gare PodisticaTuglie 2017

Le raffinatezze a Tuglie
Vini Michele Calò
Liquori Villantica
Banane e Spumoni

Foto
Nella Tuglie di ieri
Cosimo Sponziello...Le foto
Non solo foto...
Siamo...obiettivi!
Tuglie...by night
Luci di Natale 2011

Firma degli ospiti
Ricerca nel sito

Il nostro indirizzo e-mail:




Diventa amico di TuglieMeteo


Visita il Salento

Tuglie...per raccontar paese...


Le ultime news di ADN-KRONOS
Tutti i marchi, foto, immagini e scritti presenti sul sito appartengono ai legittimi proprietari.
E' severamente vietato copiarne i contenuti.
Sito ottimizzato per:
Explorer Firefox Opera Chrome Safari


Impostare la risoluzione a 1024x768px o sup.

Aggiungi Tuglie... per raccontar paese ai Preferiti

Webmaster: Felice Campa




To Top