Tuglie...per raccontar paese...
 
Tuglie...per raccontar paese...


Almanacco

Domenica 25 Giugno 2017
Oggi si festeggiano:
S. Massimo conf.
S.Guglielmo ab.
S.Gallicano vesc.
B.Isabella


A chi oggi festeggia
onomastico o compleanno
ed è nato sotto questo segno:
Auguri!

Proverbio del giorno
Lampo improvviso, di tempesta è avviso

Home

Calendario 2013
Festa Patronale 2011
Festa Patronale 2012
Festa Patronale 2014
Manifestazioni & Eventi

Televideo RAI


L'informazione oggi
Il Corriere-Politica
Il Corriere-Cronache
Repubblica-Politica
Repubblica-Prima pagina
Panorama
Il Fatto Quotidiano
Il sole 24 ore
Giornalettismo.com
AffarItaliani.it
Lettera 43
Corriere salentino
Lecce Prima on line
Il paese nuovo on line
PiazzaSalento on line
Il Quotidiano di Puglia
Gazzetta Mezzogiorno
L'Unità
Il Giornale
Libero
La Stampa
MicroMega
La Gazzetta dello Sport
La Gazzetta Calcio
Notizie di Borsa
ANSA-Top news
ADN-KRONOS Politica
AGI Cronaca
AGI Politica

Andiamo al cinema?
I films in provincia
A Casarano
A Gallipoli
A Taviano
A Collepasso
A Nardò
A Surbo
A Lecce
Guarda tutti i trailer

Il paese della Calandra
di Raimondo Rodia
Il Salento che vorrei
La notte di S. Giovanni
Il bosco delle fate
Don Camillo e Peppone
Le serre salentine
Le serenate pasquali
Le mute terre...
Un nido d'amore...
Loriana Notaro
Villa Luisa
Il Museo della Radio...
Si faceva il "Bucato"
Le Tavole di San Giuseppe
Le banane.....di Tuglie
La focareddrha
Tuglie... e il suo gioiello
Una domenica...

Altrevoci
Ricordo di zia Luigia
Gli Americani a Tuglie
Un Garibaldino a Tuglie
La mia Azione Cattolica
Riflessioni
In ricordo di mio fratello
I ricordi di una bambina
Una vendemmia particolare
25 Aprile 1945
Quel Natale degli anni '50
I Docili
Appello Chiesa S.Girolamo
Il viaggio dell'eroe
L'orco e la bambina
Mario Donadei
Giuseppe Merenda
Sara Nocera-Il poeta dei....
Sara Nocera-Un labirinto..
Sara Nocera-La lampada..
Giuliana Coppola-A Silvio..
Lucio Causo-Poesie
La favola di .....Luna
Troppo rumore fa....
Tuglie dei tempi andati
Contadini salentini
Aspetti di vita contadina
Donne salentine alla
fontana

Tullio Sponziello

Tuglie
Un nuovo Teatro a Tuglie
Ritrattino di Tuglie
Tuglie vista dal satellite
Panorama a 180°
Il nome "TUGLIE"
I rioni
Gli ulivi di Tuglie
Museo civiltà contadina
FSE al Palazzo Ducale
Tuglie e l'Unità d'Italia
Antonio Palumbo
Un nome....una contrada
Montegrappa
Alpini a Tuglie
I Tugliesi del 2000
Tuglie nei libri
Il restauro del Calvario
Restauro facciata Chiesa
Il Giardinetto Aragona
Gemellaggio Villaverla
Cippo agli Alpini
Tuglie che cambia
La donna del monumento
Laboratorio ecomuseale
I 100 anni della Piazza
I 50 anni del Mosaico
Una storia da raccontare

Cenni storici
Le origini
La storia
Le chiese
Palazzi-Monumenti
Il Calvario

Lucio Causo: Ricerche
Reazioni filoborboniche...
Vigilanza polizia borbonica
La crisi economica del 900
Ampliamento territorio
Congregazione di carità
La famiglia Venturi
La stazione ferroviaria
Tuglie Borbonica del 1827
Causa Tuglie-Minervino
Profilo di Lucio Causo
Un secolo di Ferrovia
Il culto dell'Annunziata
La"Sagra" di Vittorio Locchi
La Madonna del Grappa
Cesare Vergine (Diario)
CasermaCarabinieri Tuglie
Luigi Venuti
Festa del Giovedì Santo
Piazza Garibaldi
Dr. Cesare Vergine
La Madonna Pozzo

G. Pisanello: Tradizioni
L'angolo di Giampiero
Riti & Feste (Video)
Venerdì Santo
Le Caremme
Sant'Antonio
San Giuseppe
La Candelora
Madonna del Carmine
Madonna del Grappa
Sacro Cuore di Gesù
La festa patronale
La Matonna te la Nunziata

Tuglie...per raccontar paese...
La lampada del genio

C'era una lampada, sulla scrivania di papà. È una di quelle usate dai disegnatori: su una base circolare si innesta un sistema di trafilati d'alluminio, che a sua volta regge una grossa "testa" in cui s'accende la luce. È una lampada come tante, che se ne sta tranquilla nella sua banalità, operosa e anonima. Con quella lampada papà disegnava e leggeva,dipingeva e scriveva,e nonostante fosse la lampada del “genio”,lei restava immobile e muta. Nell’arte di papà (e scelgo appositamente di scrivere papà e chiamarlo papà,poiché per me non era né Silvio,né Nocera, ma appunto padre)nell’arte di papà dunque c’è una linea precaria e silenziosa che separa il Mondo di Sopra(reale,concreto e fatto di oggetti) da quello di Sotto(visionario,onirico,archetipico) .
Le sue tele,ci fanno pensare ai disegni un po’ infantili dei bambini;l’ immediatezza cromatica e dei suoi segni ci riportano ai momenti passati dell’infanzia di tutti noi e prima ancora alla nostra storia viscerale e primitiva. Ci riportano alle figura danzanti di Chagall, che attraverso un testamento artistico ,affida, all’arte di papà. Chagall come mio padre, fu il maggiore di tanti fratelli, come lui racconta nelle sue tele la sua infanzia tenera e solitaria, come lui riempie di colore ogni sua opera per rielaborare il dolore delle perdite della sua vita attraverso una strana forma di cromoterapia. Già,perché ogni volta che i nostri occhi si fermano su un “loro” quadro-senza farci caso e senza rendercene conto- non possiamo fare a meno di sorridere, …eppure accade..eppure se ci pensiamo su un attimo,ci rendiamo conto che è proprio così!!!istintivamente prima che il pensiero giunga alla consapevolezza sorrdiamo tutti davanti alle loro opere. Potere del colore …
I migliori sono un po' matti, aveva detto ad Alice,suo padre. E nella favola di Alice nel paese delle meraviglie, il cappellaio matto è pieno di colore….il mondo di sotto è pieno di colori.Perché è davvero così,i migliori sono un po’ matti!!!Hanno inscritto nell’anima la genialità della diversità. Sanno riempire di colore un mondo interno oscuro e spaventoso. Papà lo aveva capito. Papà aveva osservato con meticolosa cura i quadri di Van Gogh, ne aveva contemplato le pennellate piene e vibranti e affinando la tecnica, aveva imparato ad usarle anche lui. Aveva scavato negli angoli reconditi delle anime degli artisti che lui amava,aveva cercato il senso pieno dell’arte di ognuno di loro, per trascenderli e giungere alla sua tecnica e alla sua personale arte. Passato il confine, lasciato alle spalle l'ovvio che ci attende nella vita adulta, papà ha scoperto d'avere davanti a sé una inafferrabile terra di non-senso. Niente è come ci si aspetta, Il Mondo di Sotto non è che, quello di Sopra capovolto. L’arte di papà,ci giunge immediata,poiché è studiata e contemplata. Non è frutto,dell’apparente semplicità che riverbera, ma è studio complesso che giunge all’esemplificazione. Così come Caravaggio,ci racconta la realtà immediata attraverso le ombre e umbratili simboli che adopera, così papà giunge all’utilizzo del colore vivo, caldo e pieno dopo anni di ricerca, lettura, attenzione al dettaglio.
Gli incontri che lui fa negli anni dell’adolescenza, con vari artisti italiani ed europei, gli permettono di addentrarsi nelle tecniche più diverse, e di comprendere attraverso il lavoro delle mani e dell’anima, di scegliere quella più appropriata al proprio essere. Passa dalla manipolazione dell’argilla a scolpire il legno, passa dal trattamento della cera, alla fusione del bronzo, studia l’incisione,l’acquerello,i colori ad olio,la matita e i pastelli per giungere agli acrilici e al tufo, usa gli strumenti per incidere con la stessa maestria con cui usa i pennelli e le spatole. Così come Picasso passa dal periodo rosa al blu e viceversa, papà affina la tecnica e si addentra nel significato di ogni simbolo che usa. Niente di ciò che vediamo e che riflette e riverbera dentro di noi, della sua arte, è casuale o caotico, ma è frutto di solitarie e dolorose contemplazioni, nel tempio della sua saggezza, la sua amata campagna di Contrada Monaci. A tal proposito mi viene in mente una frase che campeggiava su una vecchia fattoria, di un film americano di qualche tempo fa: sul cartello d’entrata c’era questo annuncio:
”Via dalla pazza folla”….
E in contrada Monaci papà riusciva a riposare il cuore dal contatto profondo con la “follia umana”che aveva scelto con tanto amore e dedizione di “curare e accompagnare” per più di 30 anni…
Lì ritornava per quello che il Prof.Scorrano definisce il suo viaggio di conoscenza che non ha bisogno di grandi spostamenti e luogo pre-natale,pancia materna nella quale godersi la sua solitaria felicità. Lì andava, come scrive Giuliana Coppola, con occhi di sonno e passo di bimbo e nel quale ogni giorno si rintanava perché come scrive lui stesso allo zio Maurizio”non ho scelto quel luogo,è il luogo che ha scelto me”….Quel luogo…dimora delle cose che lui amava e della sua civetta adorata..che scrive”nasce dalla mente di sua madre e che dona splendore poiché vive nella tenebra dove inizia la vita,partorendo la luce..”è il luogo della magia di papà…che sapeva trovare il senso anche nell’ovvio…che sapeva guardare nel cuore delle persone e portare su ogni quadro la luce e il colore di ognuna di esse...
C’era una lampada sulla scrivania di papà…. È una lampada come tante, che se ne sta tranquilla nella sua banalità, operosa e anonima…la stessa che oggi mi ha permesso di scrivere a te e di te……!!!!!!

Sara



 

Altre pagine correlate su Silvio Nocera:

Silvio Nocera

Luigi Scorrano - Per Silvio

Sara Nocera - Il poeta dei colori

Sara Nocera - Papà: un labirinto nell'anima

Giuliana Coppola - Nel magico mondo dei colori fra voci di alberi e vento

Tuglie...per raccontar paese...
Asterischi
di Gerardo Fedele
Guida turistica
Presentaz. Coppola rossa
Tuglie: quali origini?
Storie di presepi
La presenza di un amico
Radiobase, etereo mito...
Toponomastica e
Unità d'Italia

Storie di paese...

Collecta,electa,memoranda
di Enzo Pagliara


Storie
La storiella della Madonna
Le tajate
Vi racconto Montegrappa
I murales di Joele
Ricordando Joele
Maurizio
Provenzano,origini
di una tradizione

Ricordando Ugo
Per Silvio
Antonio Minerba
Mescia Rita Pino
A Cristian Quartini
L'Ercole te la benzina

Cartoline 
Una facciata, quasi  un ...
Un bambino ascolta il mare
La stazione
Largo Fiera, per memoria
Il mio Largo Fiera
Via XXIV Maggio
Un luogo ideale
Via Sant’Antonio
Una via fiorita
Una scoperta che
viene dall'America
Dedicato a mio nonno
Tugliesi quel giorno 
La lista dei passeggeri
La nave Republic

Museo della radio
Inaugurazione
Orari - Brochure
Visita virtuale
Frantoio ipogeo
Abbassa la tua radio

Tugliesi nel mondo
Louis Imperiale
Sylvain Tarantino
Tuglie a New York
Antonio Coluccia

Turismo a Tuglie
Corte dei Simonari
Tenuta La Baronessa
Residenza Mosco
Villa Rodogallo
Agriturismo Nanni
Villa Paradiso
Villa Oasi
B&B Almacanto
Villa Panorama sullo Ionio
Le corti di Tuglie
Masseria Carignani

Profili
Mino Stamerra
Sinu Matinese
Davide Raia
Sabrina Manco
Adriano Imperiale
Sara Nocera
Nunzia Imperiale
Mino De Santis
Mino De Santis Caminante
Mino De Santis Muddhriche
Emily De Salve
Liana Primiceri
Silvana Mottura-Poesie
Don Nicola Tramacere
Antonio Pagliara
Cesare Vergine
Ambrogio Piccioli
Aldo Garzia
Egidio Cataldi
Giuseppe Ria
Cosimo Sponziello
Silvio Nocera
Salvatore Malorgio
Malorgio dalla rappresent.
Giuseppe Solida
L'arte di Giuseppe Solida
Rosa Parata
Lu Battista
Fernando Pino
Fiore Gnoni
Mesciu ‘Ntunucciu
Al Maestro Ant. Malecore 
Salvatore Guarini

Curiosità
 La Festa dell'Annunziata
Cartapestai di casa nostra
Santi sotto campana
Antica barbieria Ingrosso
L’Annunciazione sui pizzi
La puteca te li Papaionaca
I proverbi sulle monete
L'acchiatura
Le Caremme di Tuglie 2006
Le Caremme 2007
Le Caremme 2008
Le Caremme 2009
Le Caremme 2010
Le Caremme 2011
Le Caremme 2012
Le Caremme 2013
Le Caremme 2014
Tugliesi...puricini
Piazza Garibaldi 1912
Nevicata in Piazza
Giuseppe Piccioli Pianista
L'università di Tuglie
Grecità a Parabita
Retaggi linguistici
Tuglie nei dizionari
Carnevaliamo...insieme
Puru nui taniane la rete...
Festa della  Mamma USV
Filatelia: Tuglie e Albania
Non chiamatele vecchiette
Pensieri...Festa Patronale

Culacchi
Che ore sono?
La banana della Madonna
La mezza-vendetta di Santa Barbara

L'associazionismo:
Le associazioni
La Calandra
Aurora
Gruppo Scout Tuglie
Ekagra
Gruppo Incontri
Protezione Civile C.O.R.
Associaz.Emigranti Tugliesi

Sport 
Calcio Giovanile Tuglie
Talion Volley Tuglie
Associaz. Podistica Tuglie
Gare Podistica Tuglie2008
Gare PodisticaTuglie 2009
Gare PodisticaTuglie 2010
Gare PodisticaTuglie 2011
Gare PodisticaTuglie 2012
Gare PodisticaTuglie 2013
Gare PodisticaTuglie 2014
Gare PodisticaTuglie 2015
Gare PodisticaTuglie 2016
Gare PodisticaTuglie 2017

Le raffinatezze a Tuglie
Vini Michele Calò
Liquori Villantica
Banane e Spumoni

Foto
Nella Tuglie di ieri
Cosimo Sponziello...Le foto
Non solo foto...
Siamo...obiettivi!
Tuglie...by night
Luci di Natale 2011

Firma degli ospiti
Ricerca nel sito

Il nostro indirizzo e-mail:




Diventa amico di TuglieMeteo


Visita il Salento

Tuglie...per raccontar paese...


Le ultime news di ADN-KRONOS
Tutti i marchi, foto, immagini e scritti presenti sul sito appartengono ai legittimi proprietari.
E' severamente vietato copiarne i contenuti.
Sito ottimizzato per:
Explorer Firefox Opera Chrome Safari


Impostare la risoluzione a 1024x768px o sup.

Aggiungi Tuglie... per raccontar paese ai Preferiti

Webmaster: Felice Campa




To Top