Tuglie...per raccontar paese...
 
Tuglie...per raccontar paese...


Almanacco

Martedi` 27 Giugno 2017
Oggi si festeggiano:
S. Cirillo d'Alessandria
S.Maggiorino vesc.
S.Ladislao


A chi oggi festeggia
onomastico o compleanno
ed è nato sotto questo segno:
Auguri!

Proverbio del giorno
Ben venga ogni risata spontanea e scanzonata

Home

Calendario 2013
Festa Patronale 2011
Festa Patronale 2012
Festa Patronale 2014
Manifestazioni & Eventi

Televideo RAI


L'informazione oggi
Il Corriere-Politica
Il Corriere-Cronache
Repubblica-Politica
Repubblica-Prima pagina
Panorama
Il Fatto Quotidiano
Il sole 24 ore
Giornalettismo.com
AffarItaliani.it
Lettera 43
Corriere salentino
Lecce Prima on line
Il paese nuovo on line
PiazzaSalento on line
Il Quotidiano di Puglia
Gazzetta Mezzogiorno
L'Unità
Il Giornale
Libero
La Stampa
MicroMega
La Gazzetta dello Sport
La Gazzetta Calcio
Notizie di Borsa
ANSA-Top news
ADN-KRONOS Politica
AGI Cronaca
AGI Politica

Andiamo al cinema?
I films in provincia
A Casarano
A Gallipoli
A Taviano
A Collepasso
A Nardò
A Surbo
A Lecce
Guarda tutti i trailer

Il paese della Calandra
di Raimondo Rodia
Il Salento che vorrei
La notte di S. Giovanni
Il bosco delle fate
Don Camillo e Peppone
Le serre salentine
Le serenate pasquali
Le mute terre...
Un nido d'amore...
Loriana Notaro
Villa Luisa
Il Museo della Radio...
Si faceva il "Bucato"
Le Tavole di San Giuseppe
Le banane.....di Tuglie
La focareddrha
Tuglie... e il suo gioiello
Una domenica...

Altrevoci
Ricordo di zia Luigia
Gli Americani a Tuglie
Un Garibaldino a Tuglie
La mia Azione Cattolica
Riflessioni
In ricordo di mio fratello
I ricordi di una bambina
Una vendemmia particolare
25 Aprile 1945
Quel Natale degli anni '50
I Docili
Appello Chiesa S.Girolamo
Il viaggio dell'eroe
L'orco e la bambina
Mario Donadei
Giuseppe Merenda
Sara Nocera-Il poeta dei....
Sara Nocera-Un labirinto..
Sara Nocera-La lampada..
Giuliana Coppola-A Silvio..
Lucio Causo-Poesie
La favola di .....Luna
Troppo rumore fa....
Tuglie dei tempi andati
Contadini salentini
Aspetti di vita contadina
Donne salentine alla
fontana

Tullio Sponziello

Tuglie
Un nuovo Teatro a Tuglie
Ritrattino di Tuglie
Tuglie vista dal satellite
Panorama a 180°
Il nome "TUGLIE"
I rioni
Gli ulivi di Tuglie
Museo civiltà contadina
FSE al Palazzo Ducale
Tuglie e l'Unità d'Italia
Antonio Palumbo
Un nome....una contrada
Montegrappa
Alpini a Tuglie
I Tugliesi del 2000
Tuglie nei libri
Il restauro del Calvario
Restauro facciata Chiesa
Il Giardinetto Aragona
Gemellaggio Villaverla
Cippo agli Alpini
Tuglie che cambia
La donna del monumento
Laboratorio ecomuseale
I 100 anni della Piazza
I 50 anni del Mosaico
Una storia da raccontare

Cenni storici
Le origini
La storia
Le chiese
Palazzi-Monumenti
Il Calvario

Lucio Causo: Ricerche
Reazioni filoborboniche...
Vigilanza polizia borbonica
La crisi economica del 900
Ampliamento territorio
Congregazione di carità
La famiglia Venturi
La stazione ferroviaria
Tuglie Borbonica del 1827
Causa Tuglie-Minervino
Profilo di Lucio Causo
Un secolo di Ferrovia
Il culto dell'Annunziata
La"Sagra" di Vittorio Locchi
La Madonna del Grappa
Cesare Vergine (Diario)
CasermaCarabinieri Tuglie
Luigi Venuti
Festa del Giovedì Santo
Piazza Garibaldi
Dr. Cesare Vergine
La Madonna Pozzo

G. Pisanello: Tradizioni
L'angolo di Giampiero
Riti & Feste (Video)
Venerdì Santo
Le Caremme
Sant'Antonio
San Giuseppe
La Candelora
Madonna del Carmine
Madonna del Grappa
Sacro Cuore di Gesù
La festa patronale
La Matonna te la Nunziata

Tuglie...per raccontar paese...
I Docili
L’adolescenza, con tutti i suoi lati positivi e negativi, è quella fase d’età quando i progetti di vita sono tanti e fantasiosi, anche se non tutti si realizzano. Nei nostri piccoli paesi del Salento negli anni ’60-’70, per noi adolescenti i divertimenti erano pochi; gli unici luoghi d’incontro erano gli oratori parrocchiali, dove si poteva partecipare ai diversi passatempi serali. L’oratorio di Tuglie nel 1964 era retto da don Dante Garzia,un sacerdote per un certo verso e contemporaneamente rivoluzionario e moderno per quei tempi. E’ in questo contesto che durante una di quelle sere d’estate, mentre si passeggiava da un capo all’altro del paese, si cantava e si chiacchierava come si era solito fare, che Mario Cataldi, Mario Pispico, Pinuccio Fedele, Pippi Fedele e Nunzio Toma si sono messi a fantasticare. Erano gli anni dei vari complessi come i Dik Dik, i Pooh, i Camaleonti, l’Equipe 84, gli Shadows i Rokes e tanti altri in Italia (a livello europeo erano gli anni dei Beatles e dei Rolling Stones).



Noi eravamo legati da vera e sincera amicizia, come può accadere soltanto in quell’età di trapasso dall’adolescenza alla giovinezza e la mente è affollata da sogni fantastici e nacque in noi l’idea di formare un gruppo musicale. A Mario Pispico, l’unico che in quel periodo avesse nozioni importanti di chitarra, l’idea piacque molto; dopo varie discussioni si decise che Pippi Fedele avrebbe suonato la batteria, Mario Cataldi il basso, Pinuccio Fedele la chitarra solista, Mario Pispico la chitarra accompagnamento e Nunzio Toma, essendo molto intonato, sarebbe stato il cantante del gruppo. L’idea venne proposta ai propri genitori, che solo con il loro aiuto, facendo sacrifici, avrebbero potuto permetterci di comprare gli strumenti musicali. Si sapeva che a Matino, un paese vicino a Tuglie, c’era il negozio del sig. Angelè e con l’aiuto di Mario Pispico scegliemmo chitarre, batteria e amplificatore.



L’entusiasmo in noi era alle stelle, mancava solo il nome da dare al complesso; anche qui ci furono diverse proposte. Alla fine prevalse quella di chiamarci ‘’ I Docili’’, ragazzi semplici, mansueti, di paese. Furono mesi di grande motivazione, non si aspettava altro che la sera per cimentarsi con i vari strumenti musicali; Mario Pispico, sempre prodigo di consigli e molto motivato, cercava di portare a termine uno di quei sogni adolescenziali, di formare un gruppo musicale, che nel nostro caso si stava realizzando. Le prove venivano effettuate all’oratorio, dove Don Dante Garzia ci aveva messo a disposizione una stanza, oppure a casa di Mario Pispico, con la santa pazienza dei suoi genitori. Dopo mesi passati ad imparare accordi e canzoni, una sera ci venne a trovare Elio Saccomanno, figlio di un insegnante elementare di Tuglie, che era venuto a sapere che stavamo formando un complesso musicale e volle accertarsi di che cosa si trattasse.



Dopo le presentazioni accertammo increduli che Elio sapeva suonare abbastanza bene la batteria, avendo fatto parte di un complesso musicale di Gallipoli; gli venne proposto di far parte del nostro complesso, alternandosi naturalmente con Pippi Fedele che, con grande spirito di amicizia, accettò la nuova situazione. Intanto Nunzio Toma con la sua voce leggermente rauca, speciale, andava sempre di più perfezionandosi imparando testi e canzoni. Seguirono altri mesi di prove e l’occasione di esibirci davanti alla gente di Tuglie avvenne durante una recita organizzata da Don Dante Garzia all’oratorio. Era una domenica pomeriggio, la sala piena zeppa di gente, soprattutto giovani ma anche tante famiglie che frequentavano l’oratorio; alla fine della recita ci esibimmo con diversi brani del nostro repertorio, primo fra tutti “ Boogie Woogie”, un rock ‘n’roll nostro vero cavallo di battaglia. Fu una festa molto emozionante (un aneddoto simpatico che ancora oggi è motivo di sorrisi e comprensioni fu quando il nostro amico Pippi Fedele, avendo comprato lui la batteria, volle alternarsi con Elio Saccomanno a suonarla). Qualche mese dopo ci fu un altro concerto al cinema di Tuglie, dopo la proiezione di un film di Stanlio e Ollio.Si susseguirono altri mesi di prove,quando su un giornale del Salento leggemmo che ad Acquarica del Capo stavano organizzando un “micro festival” di voci nuove”.Benito Schirinzi, un bravissimo sarto di Tuglie, venne coinvolto dal nostro entusiasmo e volle confezionarci una giacchetta color rosso, che poi avremmo indossato per l’occasione:Naturalmente, avendo lui una macchina ci avrebbe accompagnati nei vari spostamenti. Ad Acquarica del Capo ci presentammo con la canzone “Ho perduto” di Fausto Leali, molto conosciuta in quell’anno. Fu un esordio molto positivo, riuscimmo a passare le qualificazioni senza problemi; quindici giorni dopo si svolsero le finali: Un salone colmo di gente, tutti ci davano per vincitori, ma non fu così: arrivammo secondi a pari merito con tutti gli altri, ma fu ugualmente una bella esperienza. Avevamo creato a Tuglie un grande entusiasmo, infatti ci chiamavano per suonare nei vari veglioni studenteschi che si organizzavano in quegli anni. Ma l’opportunità più grande fu durante i festeggiamenti della Madonna di Montegrappa nell’estate del 1965.



A Tuglie fu organizzato, da parte della “Casa del disco Martignano” e del comitato festa un “Festival Voci Nuove di Mezza Estate”, tanto di moda allora nei diversi paesi del Salento. Furono giorni molto concitati e stressanti, in quanto fummo chiamati anche ad accompagnare musicalmente una metà dei cantanti che si esibivano al festival, l’altra metà era accompagnata dalla “Modernissima Jazz” di Brindisi. I partecipanti della serata finale della manifestazione erano ventisei; il piazzale di Montegrappa gremito da migliaia di persone, i cantanti venivano da diversi paesi del Salento. Il vincitore fu Roberto Lande, un ragazzo Tugliese ma che viveva a Roma, con la canzone “Vivrò” ( di Alain Barrière) ed era accompagnato da noi “i Docili”; Carlo Seclì da Parabita arrivò secondo con la canzone “Prima o poi”( di Remo Germani) e terzo il nostro cantante Nunzio Toma con la canzone “La casa del sole”(de I Bisonti). La manifestazione fu condotta magnificamente da Piero Toma e la premiazione fu fatta dal dr. Cesare Vergine, allora sindaco di Tuglie. Una serata per Tuglie e per noi “I Docili” indimenticabile.



Purtroppo, quando sembrava che avremmo continuato tutti a divertirci, la realtà ci svegliò e ci buttò in faccia quella che era la necessità più impellente in quel momento: il lavoro, che in Italia non c’era ed ognuno di noi intraprese strade diverse.
Una meteora carica di sogni adolescenziali era passata da Tuglie, certamente aveva lasciato una scia musicale che poi altri avrebbero continuato a percorrere.

 
  Mario Cataldi
 
     La casa del sole - I bisonti
Tuglie...per raccontar paese...
Asterischi
di Gerardo Fedele
Guida turistica
Presentaz. Coppola rossa
Tuglie: quali origini?
Storie di presepi
La presenza di un amico
Radiobase, etereo mito...
Toponomastica e
Unità d'Italia

Storie di paese...

Collecta,electa,memoranda
di Enzo Pagliara


Storie
La storiella della Madonna
Le tajate
Vi racconto Montegrappa
I murales di Joele
Ricordando Joele
Maurizio
Provenzano,origini
di una tradizione

Ricordando Ugo
Per Silvio
Antonio Minerba
Mescia Rita Pino
A Cristian Quartini
L'Ercole te la benzina

Cartoline 
Una facciata, quasi  un ...
Un bambino ascolta il mare
La stazione
Largo Fiera, per memoria
Il mio Largo Fiera
Via XXIV Maggio
Un luogo ideale
Via Sant’Antonio
Una via fiorita
Una scoperta che
viene dall'America
Dedicato a mio nonno
Tugliesi quel giorno 
La lista dei passeggeri
La nave Republic

Museo della radio
Inaugurazione
Orari - Brochure
Visita virtuale
Frantoio ipogeo
Abbassa la tua radio

Tugliesi nel mondo
Louis Imperiale
Sylvain Tarantino
Tuglie a New York
Antonio Coluccia

Turismo a Tuglie
Corte dei Simonari
Tenuta La Baronessa
Residenza Mosco
Villa Rodogallo
Agriturismo Nanni
Villa Paradiso
Villa Oasi
B&B Almacanto
Villa Panorama sullo Ionio
Le corti di Tuglie
Masseria Carignani

Profili
Mino Stamerra
Sinu Matinese
Davide Raia
Sabrina Manco
Adriano Imperiale
Sara Nocera
Nunzia Imperiale
Mino De Santis
Mino De Santis Caminante
Mino De Santis Muddhriche
Emily De Salve
Liana Primiceri
Silvana Mottura-Poesie
Don Nicola Tramacere
Antonio Pagliara
Cesare Vergine
Ambrogio Piccioli
Aldo Garzia
Egidio Cataldi
Giuseppe Ria
Cosimo Sponziello
Silvio Nocera
Salvatore Malorgio
Malorgio dalla rappresent.
Giuseppe Solida
L'arte di Giuseppe Solida
Rosa Parata
Lu Battista
Fernando Pino
Fiore Gnoni
Mesciu ‘Ntunucciu
Al Maestro Ant. Malecore 
Salvatore Guarini

Curiosità
 La Festa dell'Annunziata
Cartapestai di casa nostra
Santi sotto campana
Antica barbieria Ingrosso
L’Annunciazione sui pizzi
La puteca te li Papaionaca
I proverbi sulle monete
L'acchiatura
Le Caremme di Tuglie 2006
Le Caremme 2007
Le Caremme 2008
Le Caremme 2009
Le Caremme 2010
Le Caremme 2011
Le Caremme 2012
Le Caremme 2013
Le Caremme 2014
Tugliesi...puricini
Piazza Garibaldi 1912
Nevicata in Piazza
Giuseppe Piccioli Pianista
L'università di Tuglie
Grecità a Parabita
Retaggi linguistici
Tuglie nei dizionari
Carnevaliamo...insieme
Puru nui taniane la rete...
Festa della  Mamma USV
Filatelia: Tuglie e Albania
Non chiamatele vecchiette
Pensieri...Festa Patronale

Culacchi
Che ore sono?
La banana della Madonna
La mezza-vendetta di Santa Barbara

L'associazionismo:
Le associazioni
La Calandra
Aurora
Gruppo Scout Tuglie
Ekagra
Gruppo Incontri
Protezione Civile C.O.R.
Associaz.Emigranti Tugliesi

Sport 
Calcio Giovanile Tuglie
Talion Volley Tuglie
Associaz. Podistica Tuglie
Gare Podistica Tuglie2008
Gare PodisticaTuglie 2009
Gare PodisticaTuglie 2010
Gare PodisticaTuglie 2011
Gare PodisticaTuglie 2012
Gare PodisticaTuglie 2013
Gare PodisticaTuglie 2014
Gare PodisticaTuglie 2015
Gare PodisticaTuglie 2016
Gare PodisticaTuglie 2017

Le raffinatezze a Tuglie
Vini Michele Calò
Liquori Villantica
Banane e Spumoni

Foto
Nella Tuglie di ieri
Cosimo Sponziello...Le foto
Non solo foto...
Siamo...obiettivi!
Tuglie...by night
Luci di Natale 2011

Firma degli ospiti
Ricerca nel sito

Il nostro indirizzo e-mail:




Diventa amico di TuglieMeteo


Visita il Salento

Tuglie...per raccontar paese...


Le ultime news di ADN-KRONOS
Tutti i marchi, foto, immagini e scritti presenti sul sito appartengono ai legittimi proprietari.
E' severamente vietato copiarne i contenuti.
Sito ottimizzato per:
Explorer Firefox Opera Chrome Safari


Impostare la risoluzione a 1024x768px o sup.

Aggiungi Tuglie... per raccontar paese ai Preferiti

Webmaster: Felice Campa




To Top