Tuglie...per raccontar paese...
 
Tuglie...per raccontar paese...


Almanacco

Mercoledi` 28 Giugno 2017
Oggi si festeggiano:
SS. Marcella, Basilide, Potamiena m.ri
S.Ireneo vesc.
S.Paolo I Papa


A chi oggi festeggia
onomastico o compleanno
ed è nato sotto questo segno:
Auguri!

Proverbio del giorno
Tra molti disinganni, volano via gli anni

Home

Calendario 2013
Festa Patronale 2011
Festa Patronale 2012
Festa Patronale 2014
Manifestazioni & Eventi

Televideo RAI


L'informazione oggi
Il Corriere-Politica
Il Corriere-Cronache
Repubblica-Politica
Repubblica-Prima pagina
Panorama
Il Fatto Quotidiano
Il sole 24 ore
Giornalettismo.com
AffarItaliani.it
Lettera 43
Corriere salentino
Lecce Prima on line
Il paese nuovo on line
PiazzaSalento on line
Il Quotidiano di Puglia
Gazzetta Mezzogiorno
L'Unità
Il Giornale
Libero
La Stampa
MicroMega
La Gazzetta dello Sport
La Gazzetta Calcio
Notizie di Borsa
ANSA-Top news
ADN-KRONOS Politica
AGI Cronaca
AGI Politica

Andiamo al cinema?
I films in provincia
A Casarano
A Gallipoli
A Taviano
A Collepasso
A Nardò
A Surbo
A Lecce
Guarda tutti i trailer

Il paese della Calandra
di Raimondo Rodia
Il Salento che vorrei
La notte di S. Giovanni
Il bosco delle fate
Don Camillo e Peppone
Le serre salentine
Le serenate pasquali
Le mute terre...
Un nido d'amore...
Loriana Notaro
Villa Luisa
Il Museo della Radio...
Si faceva il "Bucato"
Le Tavole di San Giuseppe
Le banane.....di Tuglie
La focareddrha
Tuglie... e il suo gioiello
Una domenica...

Altrevoci
Ricordo di zia Luigia
Gli Americani a Tuglie
Un Garibaldino a Tuglie
La mia Azione Cattolica
Riflessioni
In ricordo di mio fratello
I ricordi di una bambina
Una vendemmia particolare
25 Aprile 1945
Quel Natale degli anni '50
I Docili
Appello Chiesa S.Girolamo
Il viaggio dell'eroe
L'orco e la bambina
Mario Donadei
Giuseppe Merenda
Sara Nocera-Il poeta dei....
Sara Nocera-Un labirinto..
Sara Nocera-La lampada..
Giuliana Coppola-A Silvio..
Lucio Causo-Poesie
La favola di .....Luna
Troppo rumore fa....
Tuglie dei tempi andati
Contadini salentini
Aspetti di vita contadina
Donne salentine alla
fontana

Tullio Sponziello

Tuglie
Un nuovo Teatro a Tuglie
Ritrattino di Tuglie
Tuglie vista dal satellite
Panorama a 180°
Il nome "TUGLIE"
I rioni
Gli ulivi di Tuglie
Museo civiltà contadina
FSE al Palazzo Ducale
Tuglie e l'Unità d'Italia
Antonio Palumbo
Un nome....una contrada
Montegrappa
Alpini a Tuglie
I Tugliesi del 2000
Tuglie nei libri
Il restauro del Calvario
Restauro facciata Chiesa
Il Giardinetto Aragona
Gemellaggio Villaverla
Cippo agli Alpini
Tuglie che cambia
La donna del monumento
Laboratorio ecomuseale
I 100 anni della Piazza
I 50 anni del Mosaico
Una storia da raccontare

Cenni storici
Le origini
La storia
Le chiese
Palazzi-Monumenti
Il Calvario

Lucio Causo: Ricerche
Reazioni filoborboniche...
Vigilanza polizia borbonica
La crisi economica del 900
Ampliamento territorio
Congregazione di carità
La famiglia Venturi
La stazione ferroviaria
Tuglie Borbonica del 1827
Causa Tuglie-Minervino
Profilo di Lucio Causo
Un secolo di Ferrovia
Il culto dell'Annunziata
La"Sagra" di Vittorio Locchi
La Madonna del Grappa
Cesare Vergine (Diario)
CasermaCarabinieri Tuglie
Luigi Venuti
Festa del Giovedì Santo
Piazza Garibaldi
Dr. Cesare Vergine
La Madonna Pozzo

G. Pisanello: Tradizioni
L'angolo di Giampiero
Riti & Feste (Video)
Venerdì Santo
Le Caremme
Sant'Antonio
San Giuseppe
La Candelora
Madonna del Carmine
Madonna del Grappa
Sacro Cuore di Gesù
La festa patronale
La Matonna te la Nunziata

Tuglie...per raccontar paese...
Una passeggiata nelle campagne di Tuglie ( Le Mute Terre )
Sulla serra che domina Tuglie, accanto ad un luogo incantevole di villeggiatura come Montegrappa, esiste una campagna, poco conosciuta e parcellizzata, tanto che il luogo viene denominato Mute Terre ( Molte Terre ). Un mesetto fa, con il mio amico di vecchia data Marco Mottura ed in compagnia del foto-reporter Prof. Franco Mazzotta, ho fotografato e ripreso aspetti di una campagna oggi aulente e riccamente coltivata, ma che i nostri avi hanno strappato ” alli cozzi ” in un passato di fatica e poco remunerato. Oggi, grazie al lavoro continuo di generazioni, possiamo godere di un panorama paesaggistico e naturale di grandissimo effetto. Nella passeggiata, ho colto molti aspetti e storie che sinteticamente voglio raccontarvi. Il nostro percorso è iniziato dandoci appuntamento al Bar Aragona, qui subito mi assalgono i primi ricordi di un infanzia mai cancellata. Ecco com’e ridotta la masseria Aragona oggi. Nella masseria Aragona, negli anni 70′ del secolo scorso vi era una stalla, dove da bambino al tramonto andavo ad acquistare il latte vaccino appena munto, proprio accanto ai resti della chiesa di S. Girolamo ormai in disuso, menzionata in alcuni documenti del 1696, come chiesa fruibile per i fedeli della zona a nord dell’abitato di Tuglie ( ricordiamo che la chiesa matrice di Tuglie nasce qualche decennio dopo ). La chiesa si trova appunto in fondo alla Via Aragona. L’antico luogo di culto era annesso alla masseria che porta lo stesso nome della strada. Il vescovo di Gallipoli, mons. Perez de la Lastra, la visitò nel 1696. A quel tempo la “masseria Aragona” apparteneva agli eredi di Giuseppe Coppola da Gallipoli. Nel 1714, un altro vescovo, mons. Oreste Filomarini, visitò la piccola chiesa che, nel frattempo, dai Coppola era passata a Giuseppe Antonio Aragona. Nel documento di tale visita pastorale si parla dell’esistenza di un dipinto (in pariete) raffigurante l’immagine di San Girolamo (multum antiqua). Oggi, di tale dipinto, non si trova traccia e tutte le decorazioni, le suppellettili e lo stesso altare sono andati distrutti. Il resto della masseria, almeno la parte di fabbricato che ricordavo come stalla, oggi desolatamente, conserva brandelli di muro e manca totalmente del soffitto. Il resto della masseria versa in condizioni di totale abbandono. La parte centrale della masseria rappresenta il classico schema più volte ribadito nel Salento, cioè quello di torre di avvistamento fortificata, costruita probabilmente tra la fine del XIV e gli inizi del XV secolo. Partiamo in macchina e ci avviamo verso un edicola votiva, che funge da chiesetta rurale per il comprensorio di case e villette nate attorno, ma passiamo senza fermarci da un altro luogo a me caro, ricco di ricordi. La lunga striscia di terra, piena di cespugli odorosi di timo, fichi d’india, olivi, mandorli ed ogni ben di dio, una casetta con due stanze ed un bagno ed il magazzino per gli attrezzi, mi ricordano le tante belle stagioni estive da giugno a settembre tra il 1984 ed il 1988 in cui son cresciuto come padre e come uomo, giocando con mio figlio Matteo e dando una

 
mano a mia moglie Luigina. Ma i ricordi me li tengo per me ed arriviamo finalmente alla chiesetta dedicata alla Madonna di Pompei, meglio conosciuta come la chiesetta della Lucia Sacrapanza. Qui nel 1955, il pittore di Sannicola Giovanni Sances, dipinse l’interno con vari santi ed al centro la titolare Madonna di Pompei. Alle spalle alcuni furnieddhi, punteggiano la campagna bucolica, uno di essi all’interno, conserva una data nella volta, 1866, queste costruzioni a secco, insieme ai muretti ingentiliscono la campagna. Poi come d’incanto, appare un edicola votiva dalla forma strana ed inconsueta, una struttura architettonica religiosa cristiana di piccole dimensioni, che nasce da un culto popolare tramandato nei secoli. Normalmente le edicole venivano costruite come ex voto per uno scampato pericolo, dopo una carestia o una pestilenza, ma servivano anche, come strumento di aggregazione della comunità cristiana, che presso di esso si univa in preghiera. Accanto all’edicola, ecco apparire nella sua maestosità, la Masseria Camascìa, che da il nome alla località. La Masseria fortificata sorge nell’agro di Sannicola, ma proprio al confine con il feudo di Tuglie. Nei paraggi sono sopravvissute diverse masserie come questa, anche se il loro stato è molto precario, tanto che qualcuna è già crollata. In particolare segnalo, la Masseria Crumisi e la Masseria Camascia, che appartengono integralmente alla storia di Tuglie. La masseria rappresentava il coraggioso tentativo di una vita lavorativa che si svolgesse completamente al di fuori delle città, difese da mura poderose le masserie, che sorgevano in zone inutilizzabili per l’agricoltura tradizionale, sovrintendevano spesso alle colture del frumento, dell’avena e dei legumi, ma l’attività principale era rappresentata dall’allevamento di ovini, caprini e bovini dai quali si ricavavano ottimi formaggi. La tipologia della masseria fortificata era più o meno sempre la stessa: un corpo centrale (torre), cui originariamente si accedeva con una scala a pioli, ritirabile in caso di pericolo, caditoie a protezione delle poche aperture (porte e finestre), dalle quali far cadere pietre o olio bollente, un muro di cinta dell’altezza di circa 2 m., costruito con pietre e terra impastata, che delimitava un pezzo di terra non molto esteso chiamato li curti (dal latino cohors e greco chortos, recinto), destinato soprattutto a custodire le greggi. La nostra prima parte del racconto termina qui, non mancate di leggere il proseguimento del viaggio nella storia, una storia minima, locale, ma sempre di storia si tratta.


 
  Raimondo Rodia
Tuglie...per raccontar paese...
Asterischi
di Gerardo Fedele
Guida turistica
Presentaz. Coppola rossa
Tuglie: quali origini?
Storie di presepi
La presenza di un amico
Radiobase, etereo mito...
Toponomastica e
Unità d'Italia

Storie di paese...

Collecta,electa,memoranda
di Enzo Pagliara


Storie
La storiella della Madonna
Le tajate
Vi racconto Montegrappa
I murales di Joele
Ricordando Joele
Maurizio
Provenzano,origini
di una tradizione

Ricordando Ugo
Per Silvio
Antonio Minerba
Mescia Rita Pino
A Cristian Quartini
L'Ercole te la benzina

Cartoline 
Una facciata, quasi  un ...
Un bambino ascolta il mare
La stazione
Largo Fiera, per memoria
Il mio Largo Fiera
Via XXIV Maggio
Un luogo ideale
Via Sant’Antonio
Una via fiorita
Una scoperta che
viene dall'America
Dedicato a mio nonno
Tugliesi quel giorno 
La lista dei passeggeri
La nave Republic

Museo della radio
Inaugurazione
Orari - Brochure
Visita virtuale
Frantoio ipogeo
Abbassa la tua radio

Tugliesi nel mondo
Louis Imperiale
Sylvain Tarantino
Tuglie a New York
Antonio Coluccia

Turismo a Tuglie
Corte dei Simonari
Tenuta La Baronessa
Residenza Mosco
Villa Rodogallo
Agriturismo Nanni
Villa Paradiso
Villa Oasi
B&B Almacanto
Villa Panorama sullo Ionio
Le corti di Tuglie
Masseria Carignani

Profili
Mino Stamerra
Sinu Matinese
Davide Raia
Sabrina Manco
Adriano Imperiale
Sara Nocera
Nunzia Imperiale
Mino De Santis
Mino De Santis Caminante
Mino De Santis Muddhriche
Emily De Salve
Liana Primiceri
Silvana Mottura-Poesie
Don Nicola Tramacere
Antonio Pagliara
Cesare Vergine
Ambrogio Piccioli
Aldo Garzia
Egidio Cataldi
Giuseppe Ria
Cosimo Sponziello
Silvio Nocera
Salvatore Malorgio
Malorgio dalla rappresent.
Giuseppe Solida
L'arte di Giuseppe Solida
Rosa Parata
Lu Battista
Fernando Pino
Fiore Gnoni
Mesciu ‘Ntunucciu
Al Maestro Ant. Malecore 
Salvatore Guarini

Curiosità
 La Festa dell'Annunziata
Cartapestai di casa nostra
Santi sotto campana
Antica barbieria Ingrosso
L’Annunciazione sui pizzi
La puteca te li Papaionaca
I proverbi sulle monete
L'acchiatura
Le Caremme di Tuglie 2006
Le Caremme 2007
Le Caremme 2008
Le Caremme 2009
Le Caremme 2010
Le Caremme 2011
Le Caremme 2012
Le Caremme 2013
Le Caremme 2014
Tugliesi...puricini
Piazza Garibaldi 1912
Nevicata in Piazza
Giuseppe Piccioli Pianista
L'università di Tuglie
Grecità a Parabita
Retaggi linguistici
Tuglie nei dizionari
Carnevaliamo...insieme
Puru nui taniane la rete...
Festa della  Mamma USV
Filatelia: Tuglie e Albania
Non chiamatele vecchiette
Pensieri...Festa Patronale

Culacchi
Che ore sono?
La banana della Madonna
La mezza-vendetta di Santa Barbara

L'associazionismo:
Le associazioni
La Calandra
Aurora
Gruppo Scout Tuglie
Ekagra
Gruppo Incontri
Protezione Civile C.O.R.
Associaz.Emigranti Tugliesi

Sport 
Calcio Giovanile Tuglie
Talion Volley Tuglie
Associaz. Podistica Tuglie
Gare Podistica Tuglie2008
Gare PodisticaTuglie 2009
Gare PodisticaTuglie 2010
Gare PodisticaTuglie 2011
Gare PodisticaTuglie 2012
Gare PodisticaTuglie 2013
Gare PodisticaTuglie 2014
Gare PodisticaTuglie 2015
Gare PodisticaTuglie 2016
Gare PodisticaTuglie 2017

Le raffinatezze a Tuglie
Vini Michele Calò
Liquori Villantica
Banane e Spumoni

Foto
Nella Tuglie di ieri
Cosimo Sponziello...Le foto
Non solo foto...
Siamo...obiettivi!
Tuglie...by night
Luci di Natale 2011

Firma degli ospiti
Ricerca nel sito

Il nostro indirizzo e-mail:




Diventa amico di TuglieMeteo


Visita il Salento

Tuglie...per raccontar paese...


Le ultime news di ADN-KRONOS
Tutti i marchi, foto, immagini e scritti presenti sul sito appartengono ai legittimi proprietari.
E' severamente vietato copiarne i contenuti.
Sito ottimizzato per:
Explorer Firefox Opera Chrome Safari


Impostare la risoluzione a 1024x768px o sup.

Aggiungi Tuglie... per raccontar paese ai Preferiti

Webmaster: Felice Campa




To Top