Tuglie...per raccontar paese...
 
Tuglie...per raccontar paese...


Almanacco

Giovedi` 27 Aprile 2017
Oggi si festeggiano:
S. Ida vergine
S.Zita verg.
S.Liberale
S.Castore mart.


A chi oggi festeggia
onomastico o compleanno
ed è nato sotto questo segno:
Auguri!

Proverbio del giorno
Neo e fossetta, bellezza perfetta

Home

Calendario 2013
Festa Patronale 2011
Festa Patronale 2012
Festa Patronale 2014
Manifestazioni & Eventi

Televideo RAI


L'informazione oggi
Il Corriere-Politica
Il Corriere-Cronache
Repubblica-Politica
Repubblica-Prima pagina
Panorama
Il Fatto Quotidiano
Il sole 24 ore
Giornalettismo.com
AffarItaliani.it
Lettera 43
Lecce Prima on line
Il paese nuovo on line
PiazzaSalento on line
Il Quotidiano di Puglia
Gazzetta Mezzogiorno
L'Unità
Virgilio Notizie
Il Giornale
Libero
La Stampa
MicroMega
La Gazzetta dello Sport
La Gazzetta Calcio
Notizie di Borsa
ANSA-Top news
ADN-KRONOS Politica
AGI Cronaca
AGI Politica

Andiamo al cinema?
I films in provincia
A Casarano
A Gallipoli
A Taviano
A Collepasso
A Nardò
A Surbo
A Lecce
Guarda tutti i trailer

Il paese della Calandra
di Raimondo Rodia
Il Salento che vorrei
La notte di S. Giovanni
Il bosco delle fate
Don Camillo e Peppone
Le serre salentine
Le serenate pasquali
Le mute terre...
Un nido d'amore...
Loriana Notaro
Villa Luisa
Il Museo della Radio...
Si faceva il "Bucato"
Le Tavole di San Giuseppe
Le banane.....di Tuglie
La focareddrha
Tuglie... e il suo gioiello
Una domenica...

Altrevoci
Ricordo di zia Luigia
Gli Americani a Tuglie
Un Garibaldino a Tuglie
La mia Azione Cattolica
Riflessioni
In ricordo di mio fratello
I ricordi di una bambina
Una vendemmia particolare
25 Aprile 1945
Quel Natale degli anni '50
I Docili
Appello Chiesa S.Girolamo
Il viaggio dell'eroe
L'orco e la bambina
Mario Donadei
Giuseppe Merenda
Sara Nocera-Il poeta dei....
Sara Nocera-Un labirinto..
Sara Nocera-La lampada..
Giuliana Coppola-A Silvio..
Lucio Causo-Poesie
La favola di .....Luna
Troppo rumore fa....
Tuglie dei tempi andati
Contadini salentini
Aspetti di vita contadina
Tullio Sponziello

Tuglie
Un nuovo Teatro a Tuglie
Ritrattino di Tuglie
Tuglie vista dal satellite
Panorama a 180°
Il nome "TUGLIE"
I rioni
Gli ulivi di Tuglie
Museo civiltà contadina
FSE al Palazzo Ducale
Tuglie e l'Unità d'Italia
Antonio Palumbo
Un nome....una contrada
Montegrappa
Alpini a Tuglie
I Tugliesi del 2000
Tuglie nei libri
Il restauro del Calvario
Restauro facciata Chiesa
Il Giardinetto Aragona
Gemellaggio Villaverla
Cippo agli Alpini
Tuglie che cambia
La donna del monumento
Laboratorio ecomuseale
I 100 anni della Piazza
I 50 anni del Mosaico
Una storia da raccontare

Cenni storici
Le origini
La storia
Le chiese
Palazzi-Monumenti
Il Calvario

Lucio Causo: Ricerche
Reazioni filoborboniche...
Vigilanza polizia borbonica
La crisi economica del 900
Ampliamento territorio
Congregazione di carità
La famiglia Venturi
La stazione ferroviaria
Tuglie Borbonica del 1827
Causa Tuglie-Minervino
Profilo di Lucio Causo
Un secolo di Ferrovia
Il culto dell'Annunziata
La"Sagra" di Vittorio Locchi
La Madonna del Grappa
Cesare Vergine (Diario)
CasermaCarabinieri Tuglie
Luigi Venuti
Festa del Giovedì Santo
Piazza Garibaldi
Dr. Cesare Vergine
La Madonna Pozzo

G. Pisanello: Tradizioni
L'angolo di Giampiero
Riti & Feste (Video)
Venerdì Santo
Le Caremme
Sant'Antonio
San Giuseppe
La Candelora
Madonna del Carmine
Madonna del Grappa
Sacro Cuore di Gesù
La festa patronale
La Matonna te la Nunziata

Tuglie...per raccontar paese...
Riti & Feste



“E soprattutto
amerai quel senso
che tutti li racchiude,
la civiltà”

“C’è un tempo
che resta
anche se noi
andiamo.
Un tempo,
credo di
Tramontalba”

Pierluigi Mele.

TRADIZIONE, dal latino traditiònem da tràdere ovvero consegnare, trasmettere. E’ questa la finalità di questa nuova sezione di www.tuglie.com dedicata interamente ai riti, alle tradizioni ed alle feste della nostra “piccola”-“grande” comunità. Appuntamenti che scandiscono la nostra vita, che rinsaldano quel carattere autentico e genuino di gente ospitale e legata al proprio passato. Un’opportunità, in particolare per tutti i tugliesi sparsi nel mondo, per vedere ed immergersi virtualmente nell’atmosfera di una comunità in festa.
Grazie alla preziosa disponibilità dell’amico Felice Campa, “dono” alla comunità virtuale di Tuglie.com il frutto del mio lavoro di ricerca giornalistica in giro per il Salento.
Infatti, l’inaugurazione di questa nuova sezione, è affidata all’inserimento di tre video realizzati dal sottoscritto, per il programma “Paese in Festa” in onda su Canale 8.
Una piacevole occasione per tramandare queste feste è perché no, anche un motivo di confronto e discussione affinché, queste, nonostante il passare degli anni, risultino un momento di festa e di aggregazione.
Oggi come ieri.


I video inseriti, sono quelli delle tre feste principali di Tuglie…un mix di fede, arte, cultura e TRADIZIONE.


Video de "Aspettando la Festa Patronale 2010"  - clicca qui -
MARIA SS. Annunziata
17 -18 - 19  - Aprile 2010

I festeggiamenti per la Madonna dell’Annunziata a Tuglie. Un importante momento per l’intera comunità tugliese all’insegna della musica, storia e tradizione religiosa.
 


MARIA SS. DEL CARMELO
 16 e 17 Luglio

CENNI STORICI

Nel 1883 fu aperta al culto la nuova Chiesa delle Anime, costruita a spese del defunto tugliese Don Antonio Santese, attraverso un cospicuo pio legato amministrato dal nipote Don Domenico Santese, per quasi mezzo secolo Arciprete di Racale. Per abbellire la nuova Chiesa il signor Giuseppe Romano fu Raffaele fece erigere un altare dedicato alla Madonna del Carmelo e contemporaneamente donò una magnifica statua in cartapesta, dal viso dolcissimo. Subito la sua devozione entrò nel cuore dei Tugliesi, sopratutto dei residenti nel rione Termiti che, in quegli anni andava espandendosi con strade più larghe e diritte ed abitazioni più comode ed ariose, rispetto al resto del tessuto urbanistico del paese.
Risalgono alla fine dell’800 i primi festeggiamenti in onore della Madonna del Carmine, e, i più antichi documenti scritti che ad essi si riferiscono, sono del 22 giugno 1894, con cui si chiedeva al Vescovo di Nardò l’autorizzazione per celebrarli.
Nel tempo si sono consolidati e sono entrati nella tradizione tugliese, al secondo posto come antichità nell’ambito di tutti i festeggiamenti che si tengono nel corso dell’anno, dopo quelli patronali.
La festa, tranne qualche difficoltà negli anni ‘60-70 del Novecento, ha sempre avuto un decoroso svolgimento e si caratterizza sopratutto la devota “intorciata” della vigilia e per i rinomati concerti di musica lirico-sinfonica tenuti da complessi bandistici di fama nazionale.
 



MARIA Ss. ANNUNZIATA, PROTETTRICE DI TUGLIE
Festa Liturgica il 25 marzo

Festeggiamenti civili generalmente la prima o seconda domenica dopo Pasqua.’ la prima festa popolare dell’anno ed include anche la Festa in onore di San Giuseppe, Compatrono della città. Vi si svolge una importante fiera del bestiame e degli attrezzi agricoli e il tradizionale mercato dei prodotti casalinghi il giorno della “Nunziateddhra”.

CENNI STORICI

Negli atti dell’archivio diocesano, che documentano una visita pastorale del Vescovo di Nardò Mons. Ludovico De Pennis, il 14 maggio 1452 in “Casale Tullie” sono mensionate due cappelle rurali: Ecclesia Sancte Marie Nunciate e Ecclesia Sancte Marie in Casale Tuglie. La prima era probabilmente situata nella contrada rurale omonima, in atti successivi riportata come la “Nuntiata Vecchia di Tuglie”, al limite territoriale tra il piccolo feudo di Tuglie, quello di Parabita e quello di Gallipoli.
Da questi documenti apprendiamo che la piccola cappella rupestre, sostituita poi dall’attuale Chiesa Matrice, era già dedicata a Maria SS. Annunziata.
L’origine della festa popolare si ritiene databile intorno al 1750, quando furono pressoché completati i lavori di costruzione dell’attuale chiesa e la stessa fu dotata di arredi e statue. E’ appunto di quell’epoca la statua della Vergine che oggi veneriamo come nostra Protettrice.
Fu probabilmente l’Arciprete D. Vito De Sanctis a promuovere l’istituzione di una festa in onore dell’Annunziata, visto che finalmente si disponeva di una statua che poteva essere portata in processione.
San Giuseppe, invece, fu scelto quale Protettore principale della novella “Magnifica Università di Tuglie” (la denominazione settecentesca del Comune) che ogni anno metteva a disposizione per i festeggiamenti la somma di ducati cinque e venti grana.
I festeggiamenti in onore dei Protettori vengono sospesi intorno agli anni 1858/60, quando, feste e fiere sono vietate dalle autorità per evitare assembramenti di persone e l’eventuale verificarsi di disordini antiborbonici. Così, anche l’importante fiera del bestiame, istituita a metà del ‘700 da Carlo III° di Borbone, abbinata ai festeggiamenti della Protettrice, venne sospesa per parecchi anni. Solo nel 1870, il Sindaco Vitantonio Ria istituisce nuovamente la fiera da tenersi nei giorni 24, 25 e 26 di marzo a partire dal 1871 e individua come sito il “Largo Termiti” che poi diviene “Largo Fiera”. La fiera di Tuglie, su pubblicazioni dell’epoca, viene classificata “di notevole importanza” ed è specializzata per gli attrezzi agricoli e casalinghi, ma particolarmente per i volatili da cortile. Gli animali maggiormente scambiati sono i pulcini. Da qui deriverebbe l’attribuzione del nomignolo “puricini” agli abitanti di Tuglie. La Madonna dell’Annunziata in questo periodo diventa “titolare” anche dei festeggiamenti civili e il culto di San Giuseppe Protettore passa, per così dire, in secondo ordine.
Agli inizi del ‘900, la festa vive i momenti di maggiore splendore e la ricorrenza è molto sentita. Anche i Tugliesi emigrati in America contribuiscono economicamente alla sua realizzazione. Con le loro offerte, infatti, ogni anno si realizzava un grandioso spettacolo pirotecnico: “La Cumparsa”. Si trattava di una bengalata che riproduceva l’immagine di un bastimento, simbolo della loro partenza dall’Italia.
Particolarmente devote alla Vergine visitata dall’Arcangelo Gabriele erano le donne sterili che si rivolgevano a Lei per avere il dono della maternità. Per grazia ricevuta, la popolazione femminile impreziosisce negli anni la sacra statua della Madonna con ex-voto anche molto pregiati, alcuni dei quali risalgono al 1700; le famiglie tugliesi manifestano la propria devozione dando ai propri figli il nome di “Annunziata” o “Annunziato”, oggi “ingentilito” da Nunzia o Nunzio.
Specialità tipica della festa era “lu core te cupeta”, un dolce a forma di cuore, realizzato con zucchero caramellato e mandorle, che i giovani regalavano alle fidanzate.
Alcune di queste usanze oggi non esistono più o sono state soppiantate da prodotti nuovi, ma resta sempre, nel cuore dei Tugliesi, una grande devozione per la Vergine Annunziata.
 



BEATA VERGINE DEL GRAPPA
3-4-5 Agosto

Quella dedicata alla Madonna del Grappa è l’ultima delle festività religiose estive, organizzate nel nostro paese con tanto impegno, amore, pazienza e dedizione da parte dei vari comitati organizzatori.

CENNI STORICI
Si tratta della sacra effige di Maria Ausiliatrice che il 4 agosto del 1901, con solenne cerimonia presieduta dal futuro Pio X, è posta a sormonto di un sacello, sulle pendici del Monte Grappa Veneto a protezione dei confini e dell’intera nazione italiana.
Durante la prima guerra mondiale, le sorti dell’esercito italiano, schierato contro le truppe austro-ungariche, si decidono proprio sul Monte Grappa e la statua della Madonna, lì collocata, diviene muta spettatrice di supremi sacrifici e sublimi eroismi; guarda i nostri soldati che a Lei si volgono cercando la cara immagine della madre lontana e tra loro, con materno sorriso, infonde coraggio a chi combatte, consola e benedice chi muore.
Nei momenti di tregua, i soldati italiani, stanchi e sfiduciati si riunivano intorno al piccolo sacello della Vergine, per riposarsi e pregare.
Proprio qui, il giorno 14 gennaio 1918, alle ore 10 del mattino, una granata austriaca colpisce il santo simulacro sul lato sinistro, facendolo cadere dal piedistallo: restano incolumi i soldati ai piedi del sacello. Da quel momento, il legame tra i nostri soldati e la madonnina mutilata, diventò indissolubile.
Testimoni di quell’evento furono molti nostri concittadini tugliesi che militi di quegli infausti conflitti, tornati alle loro case vollero ricordare per sempre la soave Madonnina e l’eroismo dei tanti che furono tra loro ma non fecero più ritorno.
Per questo, negli anni 1938-40, i combattenti tugliesi, guidati dal dott. Cesare Vergine, decisero di dare il nome di “Montegrappa” alla collinetta che sovrasta il paese di Tuglie, costruendovi in cima una chiesetta dedicata alla Madonna e un sacello in memoria dei caduti. I festeggiamenti civili e religiosi alla Beata Vergine del Grappa, si sarebbero svolti il 4 agosto di ogni anno, in concomitanza con quelli che si svolgevano e tuttora si svolgono sul Monte Grappa veneto.


(cfr. ENZO PAGLIARA “La Chiesa Matrice di Tuglie”, Manduria, Ed. Barbieri, 1996)
 

 

  Gianpiero Pisanello
g.pisanello@alice.it


 


 

Tuglie...per raccontar paese...
Asterischi
di Gerardo Fedele
Guida turistica
Presentaz. Coppola rossa
Tuglie: quali origini?
Storie di presepi
La presenza di un amico
Radiobase, etereo mito...
Toponomastica e
Unità d'Italia

Storie di paese...

Collecta,electa,memoranda
di Enzo Pagliara


Storie
La storiella della Madonna
Le tajate
Vi racconto Montegrappa
I murales di Joele
Ricordando Joele
Maurizio
Provenzano,origini
di una tradizione

Ricordando Ugo
Per Silvio
Antonio Minerba
Mescia Rita Pino
A Cristian Quartini
L'Ercole te la benzina

Cartoline 
Una facciata, quasi  un ...
Un bambino ascolta il mare
La stazione
Largo Fiera, per memoria
Il mio Largo Fiera
Via XXIV Maggio
Un luogo ideale
Via Sant’Antonio
Una via fiorita
Una scoperta che
viene dall'America
Dedicato a mio nonno
Tugliesi quel giorno 
La lista dei passeggeri
La nave Republic

Museo della radio
Inaugurazione
Orari - Brochure
Visita virtuale
Frantoio ipogeo
Abbassa la tua radio

Tugliesi nel mondo
Louis Imperiale
Sylvain Tarantino
Tuglie a New York
Antonio Coluccia

Turismo a Tuglie
Corte dei Simonari
Tenuta La Baronessa
Residenza Mosco
Villa Rodogallo
Agriturismo Nanni
Villa Paradiso
Villa Oasi
B&B Almacanto
Villa Panorama sullo Ionio
Le corti di Tuglie
Masseria Carignani

Profili
Mino Stamerra
Sinu Matinese
Davide Raia
Sabrina Manco
Adriano Imperiale
Sara Nocera
Nunzia Imperiale
Mino De Santis
Mino De Santis Caminante
Mino De Santis Muddhriche
Emily De Salve
Liana Primiceri
Silvana Mottura-Poesie
Don Nicola Tramacere
Antonio Pagliara
Cesare Vergine
Ambrogio Piccioli
Aldo Garzia
Egidio Cataldi
Giuseppe Ria
Cosimo Sponziello
Silvio Nocera
Salvatore Malorgio
Malorgio dalla rappresent.
Giuseppe Solida
L'arte di Giuseppe Solida
Rosa Parata
Lu Battista
Fernando Pino
Fiore Gnoni
Mesciu ‘Ntunucciu
Al Maestro Ant. Malecore 
Salvatore Guarini

Curiosità
 La Festa dell'Annunziata
Cartapestai di casa nostra
Santi sotto campana
Antica barbieria Ingrosso
L’Annunciazione sui pizzi
La puteca te li Papaionaca
I proverbi sulle monete
L'acchiatura
Le Caremme di Tuglie 2006
Le Caremme 2007
Le Caremme 2008
Le Caremme 2009
Le Caremme 2010
Le Caremme 2011
Le Caremme 2012
Le Caremme 2013
Le Caremme 2014
Tugliesi...puricini
Piazza Garibaldi 1912
Nevicata in Piazza
Giuseppe Piccioli Pianista
L'università di Tuglie
Grecità a Parabita
Retaggi linguistici
Tuglie nei dizionari
Carnevaliamo...insieme
Puru nui taniane la rete...
Festa della  Mamma USV
Filatelia: Tuglie e Albania
Non chiamatele vecchiette
Pensieri...Festa Patronale

Culacchi
Che ore sono?
La banana della Madonna
La mezza-vendetta di Santa Barbara

L'associazionismo:
Le associazioni
La Calandra
Aurora
Gruppo Scout Tuglie
Ekagra
Gruppo Incontri
Protezione Civile C.O.R.
Associaz.Emigranti Tugliesi

Sport 
Calcio Giovanile Tuglie
Talion Volley Tuglie
Associaz. Podistica Tuglie
Gare Podistica Tuglie2008
Gare PodisticaTuglie 2009
Gare PodisticaTuglie 2010
Gare PodisticaTuglie 2011
Gare PodisticaTuglie 2012
Gare PodisticaTuglie 2013
Gare PodisticaTuglie 2014
Gare PodisticaTuglie 2015
Gare PodisticaTuglie 2016
Gare PodisticaTuglie 2017

Le raffinatezze a Tuglie
Vini Michele Calò
Liquori Villantica
Banane e Spumoni

Foto
Nella Tuglie di ieri
Cosimo Sponziello...Le foto
Non solo foto...
Siamo...obiettivi!
Tuglie...by night
Luci di Natale 2011

Firma degli ospiti
Ricerca nel sito

Il nostro indirizzo e-mail:




Diventa amico di TuglieMeteo


Visita il Salento

Tuglie...per raccontar paese...


Le ultime news di ADN-KRONOS
Tutti i marchi, foto, immagini e scritti presenti sul sito appartengono ai legittimi proprietari.
E' severamente vietato copiarne i contenuti.
Sito ottimizzato per:
Explorer Firefox Opera Chrome Safari


Impostare la risoluzione a 1024x768px o sup.

Aggiungi Tuglie... per raccontar paese ai Preferiti

Webmaster: Felice Campa




To Top