Tuglie...per raccontar paese...
 
Tuglie...per raccontar paese...


Almanacco

Lunedi` 21 Ottobre 2019
Oggi si festeggiano:
S. Orsola mar.
S.Celina
S.Bertoldo vesc.
S.Ilarione vesc.


A chi oggi festeggia
onomastico o compleanno
ed è nato sotto questo segno:
Auguri!

Proverbio del giorno
Cerchio lontano, acqua vicina

Home

Calendario 2013
Festa Patronale 2011
Festa Patronale 2012
Festa Patronale 2014
Manifestazioni & Eventi

Televideo RAI


L'informazione oggi
Il Corriere-Politica
Il Corriere-Cronache
Repubblica-Politica
Il Foglio
Repubblica-Prima pagina
Panorama
Il Fatto Quotidiano
Il sole 24 ore
Giornalettismo.com
AffarItaliani.it
Lettera 43
Corriere salentino
Lecce Prima on line
Il paese nuovo on line
PiazzaSalento on line
Il Quotidiano di Puglia
Gazzetta Mezzogiorno
L'Unità
Il Giornale
Libero
La Stampa
MicroMega
La Gazzetta dello Sport
La Gazzetta Calcio
Notizie di Borsa
ANSA-Top news
ADN-KRONOS Politica
AGI Cronaca
AGI Politica

Andiamo al cinema?
I films in provincia
A Casarano
A Gallipoli
A Taviano
A Collepasso
A Nardò
A Surbo
A Lecce
Guarda tutti i trailer

Il paese della Calandra
di Raimondo Rodia
Il Salento che vorrei
La notte di S. Giovanni
Il bosco delle fate
Don Camillo e Peppone
Le serre salentine
Le serenate pasquali
Le mute terre...
Un nido d'amore...
Loriana Notaro
Villa Luisa
Il Museo della Radio...
Si faceva il "Bucato"
Le Tavole di San Giuseppe
Le banane.....di Tuglie
La focareddrha
Tuglie... e il suo gioiello
Una domenica...

Altrevoci
A mio padre
Ricordo di zia Luigia
Gli Americani a Tuglie
Un Garibaldino a Tuglie
La mia Azione Cattolica
Riflessioni
In ricordo di mio fratello
I ricordi di una bambina
Una vendemmia particolare
25 Aprile 1945
Quel Natale degli anni '50
I Docili
Appello Chiesa S.Girolamo
Il viaggio dell'eroe
L'orco e la bambina
Mario Donadei
Giuseppe Merenda
Sara Nocera-Il poeta dei....
Sara Nocera-Un labirinto..
Sara Nocera-La lampada..
Giuliana Coppola-A Silvio..
La favola di .....Luna
Troppo rumore fa....
Tullio Sponziello

Salvatore Malorgio
L'artista...le opere

Tuglie
Un nuovo Teatro a Tuglie
Ritrattino di Tuglie
Tuglie vista dal satellite
Panorama a 180°
Il nome "TUGLIE"
I rioni
Gli ulivi di Tuglie
Museo civiltà contadina
FSE al Palazzo Ducale
Tuglie e l'Unità d'Italia
Antonio Palumbo
Un nome....una contrada
Montegrappa
Alpini a Tuglie
I Tugliesi del 2000
Tuglie nei libri
Il restauro del Calvario
Restauro facciata Chiesa
Il Giardinetto Aragona
Gemellaggio Villaverla
Cippo agli Alpini
Tuglie che cambia
La donna del monumento
Laboratorio ecomuseale
I 100 anni della Piazza
I 50 anni del Mosaico
Una storia da raccontare

Cenni storici
Le origini
La storia
Le chiese
Palazzi-Monumenti
Il Calvario

Lucio Causo: Ricerche
Reazioni filoborboniche...
Vigilanza polizia borbonica
La crisi economica del 900
Ampliamento territorio
Congregazione di carità
La famiglia Venturi
La stazione ferroviaria
Tuglie Borbonica del 1827
Causa Tuglie-Minervino
Profilo di Lucio Causo
Un secolo di Ferrovia
Il culto dell'Annunziata
La"Sagra" di Vittorio Locchi
La Madonna del Grappa
Cesare Vergine (Diario)
CasermaCarabinieri Tuglie
Luigi Venuti
Festa del Giovedì Santo
Piazza Garibaldi
Dr. Cesare Vergine
La Madonna Pozzo
Macrurano rupestre

G. Pisanello: Tradizioni
L'angolo di Giampiero
Riti & Feste (Video)
Venerdì Santo
Le Caremme
Sant'Antonio
San Giuseppe
La Candelora
Madonna del Carmine
Madonna del Grappa
Sacro Cuore di Gesù
La festa patronale
La Matonna te la Nunziata

Tuglie...per raccontar paese...
Aspetti della terra salentina


                   Aspetti della terra salentina -2010- olio su tela - cm. 50 x 70.jpg

Questo è un lavoro da me eseguito nel 2010 e in pratica vuole essere una cartolina emblematica della nostra terra , o più semplicemente un biglietto da visita del Salento contadino . Un condensato nel quale , attraverso l’osservazione di quest’opera pittorica , partendo dal titolo che aiuta a centrarne il tema , un estraneo che lo osserva potesse farsi un’idea del contesto paesaggistico tipico e trarre un’opinione dell’anima della sua gente in massima parte di estrazione contadina . Mi sono ispirato essenzialmente al paesaggio che si incontra sulla litoranea tra le più belle d’Italia che da Santa Maria di Leuca porta fino a Otranto , dove la scogliera alta e biancheggiante al sole contrasta con le chiazze di vegetazione mediterranea e dove si possono ammirare il dedalo di muri a secco e le costruzioni delle pajare paragonabili alli furneddri disseminati nelle nostre campagne Leccesi a forma conica rastremata , simili nella tecnica costruttiva ma dalla forma conica più alta , costruite in alcuni esemplari a terrazze . Non manca in esso un albero di ulivo longevo , monumento emblematico del Salento dal ceppo massiccio , pieno di cicatrici e contorto , un po’ annerito e con qualche finestra , qualcuna naturale e qualcuna dovuta a qualche precedente incendio , un vero libro aperto da ammirare !
Nel dipinto , la parte del leone la fa il vecchio contadino in primo piano , il suo volto segnato dal tempo , rugoso per l’età , bruciato dal sole e ancor più contrastato dai peli bianchi della barba è emblematico di tanta nostra gente che si è spesa per una vita intera nel lavoro manuale nei campi . Il suo sguardo indiretto mostra ancora una vitale vivacità e al contempo una triste rassegnazione al suo status di contadino , uomo di fatica , accumulata anno dopo anno e ai tanti disagi a cui la sua condizione lo ha inevitabilmente costretto . Nel suo volto così irrimediabilmente segnato vi si può ancora scorgere un’antica fierezza che è stata il viatico che lo ha accompagnato nella vita irta di sacrifici e immani fatiche . Quando ho realizzato quest’opera ho pensato a mio padre Cesario , lu Saiu te lu RRaona e a mio nonno materno Buonaventura , lu nonnu Vantura i personaggi più diretti da cui ho attinto tante esperienze che mi hanno aiutato a crescere come uomo . Li rivedo ambedue segnati dalla fatica , curvi irrimediabilmente per il tributo pagato alla terra dopo una vita spesa con la zappa in mano , e quella postura irreversibile portatrice di dolori fisici li costringeva ad accompagnarsi alle loro biciclette che era il loro bastone di sostegno ma pur sempre indomiti e ancora dediti al lavoro sia pure con tante riserve dettate dagli acciacchi e dall’età .
A questo punto mi prendo la libertà di fare una piccola divagazione sul tema . Nell’ ultimo anno di vita di mio padre , ormai infermo , durante il periodo estivo , quando arrivato a Tulie per le ferie , avevo sempre l’opportunità di andarlo a trovare e a chiacchierare un po’con lui . Un giorno mentre si parlava appunto di fatiche dovute al mestiere di contadino e di come queste segnavano la gente ebbi a dire : , su convintu ca quandu sciamu all’addru mundu imu stare sicuramente meiu te quai sulla terra . Sirama prima m’ave guardatu e poi cu ddru sorrisettu can nde vania quando ulia cu dice qualche cosa te curiosu me rispose : Ma secondu tie , mo ci vau addrassusu , quando me dummandame ci haggiu fattu finche a moi , nu mboi ca ndaggiu dire ca su statu contadinu ! E quiddri quandu sentene sta risposta , nu mboi cu me mintane n’addra fiata la zzappa a manu ! Allu mumentu m’ave spiazzatu , ma poi nde tissi : none Tà , ci propriu t’ane fare faticare ancora, ammessu ca puru a ddrai s’ave faticare , stai certu ca sta fiata te tane nu trattore , ca tie te l’hai mmeraratu topu tanta fatica ca hai fattu , almenu te stai ssattatu e cu la spaddra taritta ! Mah ......! Speriamu , me rispose!! Poi quando lo salutai prima di partire , lo incoraggiai a mantenersi in salute perché desideravo rivederlo l’estate successiva ma lui sentendo che i suoi giorni terreni erano agli sgoccioli mi disse con gli occhi velati di pianto : Cin nun nde vitimu a quai , nde vitimu a ddrai!!
Avrei finito ! Non so fino a che punto sia riuscito nel mio intento e a quanti che avranno la bontà di leggere queste mie righe possa aver suscitato in loro un qualche interesse , so solo che l’ho realizzato con una passione bruciante tratta dal ricordo sempre vivo dei miei familiari , ( fa famija innanzi tuttu , me ticia sirama ) , avvalendomi delle mie modeste capacità di pittore che desidera solo lasciare un piccolo segno del proprio passaggio di quella che è stata la nostra storia di gente nata e vissuta al Sud .
Sito web: www.salvatoremalorgio.it

Per tornare su Salvatore Malorgio: l'artista, il pensiero, le opere clicca qui


Tuglie...per raccontar paese...
Asterischi
di Gerardo Fedele
Guida turistica
Presentaz. Coppola rossa
Tuglie: quali origini?
Storie di presepi
La presenza di un amico
Radiobase, etereo mito...
Toponomastica e
Unità d'Italia

Storie di paese...

Collecta,electa,memoranda
di Enzo Pagliara
+


Storie
La storiella della Madonna
Le tajate
Vi racconto Montegrappa
I murales di Joele
Ricordando Joele
Maurizio
Provenzano,origini
di una tradizione

Ricordando Ugo
Per Silvio
Antonio Minerba
Mescia Rita Pino
A Cristian Quartini
L'Ercole te la benzina

Cartoline 
Una facciata, quasi  un ...
Un bambino ascolta il mare
La stazione
Largo Fiera, per memoria
Il mio Largo Fiera
Via XXIV Maggio
Un luogo ideale
Via Sant’Antonio
Una via fiorita
Una scoperta che
viene dall'America
Dedicato a mio nonno
Tugliesi quel giorno 
La lista dei passeggeri
La nave Republic

Museo della radio
Inaugurazione
Orari - Brochure
Visita virtuale
Frantoio ipogeo
Abbassa la tua radio

Tugliesi nel mondo
Louis Imperiale
Sylvain Tarantino
Tuglie a New York
Antonio Coluccia

Turismo a Tuglie
Corte dei Simonari
Tenuta La Baronessa
Residenza Mosco
Villa Rodogallo
Agriturismo Nanni
Villa Paradiso
Villa Oasi
B&B Almacanto
Villa Panorama sullo Ionio
Le corti di Tuglie
Masseria Carignani

Storia e leggenda

Profili
Luigi Ruggero Cataldi
Mino Stamerra
Sinu Matinese
Davide Raia
Sabrina Manco
Adriano Imperiale
Sara Nocera
Nunzia Imperiale
Mino De Santis
Mino De Santis Caminante
Mino De Santis Muddhriche
Emily De Salve
Liana Primiceri
Silvana Mottura-Poesie
Don Nicola Tramacere
Antonio Pagliara
Cesare Vergine
Ambrogio Piccioli
Aldo Garzia
Egidio Cataldi
Giuseppe Ria
Cosimo Sponziello
Silvio Nocera
Giuseppe Solida
L'arte di Giuseppe Solida
Rosa Parata
Lu Battista
Fernando Pino
Fiore Gnoni
Mesciu ‘Ntunucciu
Al Maestro Ant. Malecore 
Salvatore Guarini

Curiosità
 La Festa dell'Annunziata
Cartapestai di casa nostra
Santi sotto campana
Antica barbieria Ingrosso
L’Annunciazione sui pizzi
La puteca te li Papaionaca
I proverbi sulle monete
L'acchiatura
Le Caremme di Tuglie 2006
Le Caremme 2007
Le Caremme 2008
Le Caremme 2009
Le Caremme 2010
Le Caremme 2011
Le Caremme 2012
Le Caremme 2013
Le Caremme 2014
Tugliesi...puricini
Piazza Garibaldi 1912
Nevicata in Piazza
Giuseppe Piccioli Pianista
L'università di Tuglie
Grecità a Parabita
Retaggi linguistici
Tuglie nei dizionari
Carnevaliamo...insieme
Puru nui taniane la rete...
Festa della  Mamma USV
Filatelia: Tuglie e Albania
Non chiamatele vecchiette
Pensieri...Festa Patronale

Culacchi
Che ore sono?
La banana della Madonna
La mezza-vendetta di Santa Barbara

L'associazionismo:
Le associazioni
La Calandra
Aurora
Gruppo Scout Tuglie
Ekagra
Gruppo Incontri
Protezione Civile C.O.R.
Associaz.Emigranti Tugliesi

Sport 
Calcio Giovanile Tuglie
Talion Volley Tuglie
Associaz. Podistica Tuglie
Gare Podistica Tuglie2008
Gare PodisticaTuglie 2009
Gare PodisticaTuglie 2010
Gare PodisticaTuglie 2011
Gare PodisticaTuglie 2012
Gare PodisticaTuglie 2013
Gare PodisticaTuglie 2014
Gare PodisticaTuglie 2015
Gare PodisticaTuglie 2016
Gare PodisticaTuglie 2017

Le raffinatezze a Tuglie
Vini Michele Calò
Liquori Villantica
Banane e Spumoni

Foto
Nella Tuglie di ieri
Cosimo Sponziello...Le foto
Non solo foto...
Siamo...obiettivi!
Tuglie...by night
Luci di Natale 2011

Firma degli ospiti
Ricerca nel sito

Il nostro indirizzo e-mail:




Diventa amico di TuglieMeteo


Visita il Salento

Tuglie...per raccontar paese...



Tutti i marchi, foto, immagini e scritti presenti sul sito appartengono ai legittimi proprietari.
E' severamente vietato copiarne i contenuti.
Sito ottimizzato per:
Explorer Firefox Opera Chrome Safari


Impostare la risoluzione a 1024x768px o sup.

Aggiungi Tuglie... per raccontar paese ai Preferiti

Sito ideato e realizzato da Felice Campa

Privacy Policy


To Top